Biglietteria Palazzo dei Congressi
Biglietteria Palazzo dei Congressi

L’incasso dell’opera “Madama Butterfly” diretta dal regista Enrico Castiglione, in scena sabato scorso al Teatro Antico, è stato posto sotto sequestro dall’Ufficiale giudiziario a seguito di un decreto ingiuntivo nei confronti della Fondazione “Fem”, società organizzatrice dello spettacolo. La vicenda si riferisce ad alcuni mancati pagamenti lamentati dalla maestranze ed artisti del comparto spettacoli. Il sequestro attuato dall’Ufficiale Giudiziario, coadiuvato dalla Forza pubblica, è scattato presso la biglietteria del Palazzo dei Congressi, poco prima dello spettacolo, a seguito di un’azione ingiuntiva del “Coro Lirico Siciliano”, che da tempo lamenta mancati pagamenti. La somma sequestrata ammonta a circa 30 mila euro. Nel corso di “Madama Butterfly”, nel dietro le quinte al Teatro Antico, è stato inoltre notificato agli organizzatori il sequestro di scene, arredi, costumi e attrezzi vari dell’opera.

Vibranti proteste. «In questo momento, con non poco rammarico – si legge testualmente in un post scritto sabato sera sul proprio profilo facebook da Alberto Maria Antonio Munafò, rappresentante del Coro Lirico Siciliano – stiamo sequestrando, presso il Teatro Antico di Taormina, incassi, scene, costumi, attrezzeria della Madama Butterfly organizzata dalla Fem e con la regia di Enrico Castiglione. Primo passo verso la giustizia. Per noi, per tutti coloro che non sono mai stati saldati dalla Fem in questi anni, per i nostri figli». Proseguono, insomma, le polemiche che in questi giorni hanno accompagnato l’avvio della stagione lirica a Taormina. Una clamorosa protesta sempre dei lavoratori del comparto spettacoli, come si ricorderà, aveva preceduto giovedì scorso la prima di “Madama Butterfy”. Nella circostanza era stato diffuso un volantino di protesta per delle spettanze sollecitate nei confronti della Fondazione Fem-Taormina Festival. Altri fermenti hanno riguardato venerdì il Taormina Opera Gala”, che si sarebbe dovuto svolgere al Teatro Antico ma poi in extremis spostato al Cinema Olimpia. Una dura replica, intanto, ai fatti delle scorse ore è arrivata da Castiglione, che già in precedenza sui “mancati pagamenti” aveva dichiarato «Io non debbo pagare proprio nessuno» e che a più riprese ha richiamato presunte inadempienze e ritardi della Regione sull’attribuzione dei fondi per gli spettacoli della “Fem”: «Gli applausi, quelli veri, sono stati ieri sera delle 3 mila persone per la Madama Butterfly di Puccini al Teatro Antico di Taormina che hanno applaudito continuamente l’intero allestimento. Niente a che vedere con quei quattro idioti, mediocri organizzatori mediocri coristi e mediocri musicisti che hanno tentato di far passare come un “insuccesso” l’ennesima opera da me messa in scena al Teatro Antico. Grazie Taormina. E grazie al nostro meraviglioso pubblico che ha riempito il Teatro Antico».

© Riproduzione Riservata

Commenti