Danilo Bevacqua, presidente del Consiglio comunale Giardini Naxos
Danilo Bevacqua, presidente del Consiglio comunale Giardini Naxos

«La recente votazione in aula sul bilancio è stato un momento politico certamente positivo nel quale va evidenziato il ruolo che ha avuto non solo la maggioranza ma anche il senso di responsabilità dimostrato dalla minoranza». Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio comunale, Danilo Bevacqua a commento della seduta consiliare in cui è stato esitato lo schema di previsione 2016/2018.

Emendamenti. «Nei cinque anni trascorsi – spiega Bevacqua -, siamo stati costretti ad approvare “Bilanci tecnici” a causa del “Piano di riequilibrio”, con la conseguenza che non si potevano apportare modifiche a ciò che veniva proposto, mortificando il ruolo del Consiglio Comunale, per questo, mi piace focalizzare il discorso su due emendamenti, ambedue di notevole importanza sociale, votati al bilancio in pratica con l’unanimità dei presenti, consiglieri di maggioranza e minoranza. Il primo emendamento ha riguardato la previsione di maggiori somme per quanto riguarda la manutenzione dell’edilizia scolastica».

Servizi. «Nel secondo emendamento, nato in conferenza dei capigruppo composta da me, da Giancarlo Lo Turco, capogruppo di maggioranza e da Alessandro Costantino, capogruppo di minoranza, è stata prevista una maggiore somma, in aggiunta a quanto già presente in bilancio, per assicurare l’assistenza igienico-personale degli alunni disabili residenti nel Comune di Giardini Naxos, per tutta la durata della giornata scolastica, con il preciso intento di aumentare il monte ore relativo al servizio di assistenza. Ad oggi, tale servizio, copre solo una parte della giornata scolastica, pari a 3 ore, certamente insufficienti a garantire la piena autonomia degli alunni e la serenità delle loro famiglie al fine di garantire a chiunque, e specialmente ai nostri concittadini meno fortunati, il diritto allo studio, costituzionalmente sancito».

Sinergia politica. «Non posso non esprimere la mia soddisfazione – aggiunge Bevacqua – dopo che la maggioranza, come è giusto che sia, si è assunta la responsabilità di approvare il bilancio di previsione 2016/2018. Nello stesso tempo, devo dire che, nei due emendamenti sopra citati, la minoranza si è assunta la sua responsabilità votandoli favorevolmente, mentre nella votazione generale del bilancio si è astenuta. Questo è un motivo che mi fa pensare, il lavoro che ho svolto fino ad oggi, di coinvolgere “tutti” nelle decisioni importanti, ognuno nel rispetto dei propri ruoli, porta i suoi “frutti”. Mi auguro che, il percorso intrapreso possa migliorare sempre più per il benessere del nostro paese, che ne ha veramente di bisogno».

© Riproduzione Riservata

Commenti