Automotrice d’epoca ALn 668.1600
Automotrice d’epoca ALn 668.1600

La storia in carrozza, con tre treni storici che permetteranno ai turisti ed ai siciliani stessi, di andare alla scoperta di alcuni degli itinerari più suggestivi della Sicilia. L’iniziativa ha per tema e titolo «I binari della cultura in Sicilia – Gli itinerari turistici in treno storico» ed è promossa dall’assessorato regionale al Turismo in collaborazione con la Fondazione Ferrovie dello Stato e Trenitalia. Il treno del Barocco, Il treno dei Templi e Il treno del Mito, tutti vagoni storici ristrutturati, attraverseranno la Sicilia il primo partendo da Siracusa e passando per Donnafugata, Comiso, Scicli, Ragusa, Noto e Modica; il secondo da Agrigento a Porto Empedocle e il terzo da Catania a Taormina. In particolare a Taormina i treni resteranno attivi fino all’una di notte, in concomitanza con l’iniziativa “Anfiteatro Sicilia”, promossa sempre dall’assessorato al Turismo.

L’iniziativa. «Sarà un modo – spiega l’assessore regionale Anthony Barbagallo – per dare la possibilità ai turisti che verranno a vedere, al teatro antico di Taormina, opere come la Traviata di poter usufruire, dopo aver assistito agli spettacoli, di un mezzo di trasporto che gli permetta di conoscere e apprezzare le bellezze del nostro patrimonio paesaggistico e culturale». Tutti i dettagli dell’iniziativa saranno resi noti in una conferenza stampa che si terrà martedì 5 luglio nella sede dell’assessorato al Turismo, a Palermo. Presenti gli assessori Barbagallo, Giovanni Pistorio, il direttore della Fondazione Ferrovie dello Stato Luigi Cantamessa e il direttore Trenitalia Spa per la Sicilia Maurizio Mancarella.

Viaggio affascinante. Il Treno del Mito, consentirà a bordo della carrozze d’epoca tipo “1959”, trainate dalla locomotiva storica E646, un viaggio lungo la ferrovia che corre sulla costa jonica, da Catania a Taormina, tra il mare e l’Etna, e sono anche in agenda alcune promozioni inerenti appuntamenti serali al Teatro Antico; il Treno del Barocco va sulle “Centoporte”, carrozze degli anni ‘30, trainate dalla locomotiva diesel d’epoca D445 alla scoperta del Val di Noto, tra i paesaggi e le affascinanti architetture Patrimonio dell’ Unesco; il Treno dei Templi, con le automotrici d’epoca ALn 668.1600 verso il cuore del Parco Archeologico Patrimonio dell’Unesco, lungo i maestosi templi greci e il lussureggiante Giardino greco della Kolymbethra, tra archeologia e paesaggio.

Le tratte. Il Treno del Mito, prevede tre corse il 16 luglio, il 18 agosto e il 10 settembre, un percorso da Catania a Taormina a bordo di carrozze del 1959, lungo la costa jonica, tra il mare e l’Etna, in coincidenza con tre spettacoli al teatro Antico di Taormina e la possibilità di effettuare l’ultima corsa di ritorno all’una di notte per “Traviata” il 16 luglio, “Neri Marcorè canta De Andrè” il 18 agosto e “Taobuk festival” il 10 settembre. Partenza alle 17.55 dalla stazione Catania Centrale e arrivo a Taormina-Giardini alle 18.55, con fermate intermedie ad Acireale (18.12) e Giarre-Riposto (18.27). Al ritorno, la partenza da Taormina è prevista all’una con arrivo a Catania Centrale all’1,40 e fermate a Giarre-Riposto (1.15) e Acireale (1.27). Il biglietto ferroviario per il viaggio in treno storico ha il costo di 14 euro per adulto, andata e ritorno, mentre per i ragazzi tra i 4 e i 12 avrà il costo di 7 euro (sempre andata e ritorno); i minori da 0 a 4 anni viaggeranno invece gratis, senza garanzia di posto a sedere. Previsto il servizio gratuito di trasferimento in bus dedicato dalla stazione di Taormina-Giardini alle porte del centro storico di Taormina, organizzato in coincidenza dell’arrivo e della partenza del treno storico.

2016_Binari_Cultura_TrenodeiTempli2016_07_Binari_della_Cultura_Treno_del_Mito2016_07_Binari_Della_Cultura_Treno_del_Barocco

© Riproduzione Riservata

Commenti