Taormina, via crocefisso
Taormina, via crocefisso

Dopo una interminabile attesa, lavori conclusi e riaperta la Via Crocefisso. Le attività di sistemazione della centralissima arteria che rappresenta il punto di riferimento della viabilità di Taormina sud si sono concluse lo scorso weekend, poi le ultime rifiniture e l’avvenuto ripristino del tracciato per l’utenza. La riapertura è avvenuta in sordina, almeno per il momento senza inaugurazioni e Palazzo dei Giurati ha preferito, insomma, tenere un “basso profilo” anche perché su questo iter c’erano stati vari ritardi e parecchie polemiche.

Ultime rifiniture. Nelle recenti giornate è stata effettuata l’asfaltatura che ha consentito la riapertura della strada nel tratto che va dalla zona dell’ospedale San Vincenzo sino all’area in cui si trova un autolavaggio, e dove per altro nell’autunno del 2008 si era registrata una frana. Contemporaneamente si è resa necessaria pure l’esecuzione delle prove di carico lungo il tracciato, e le relative verifiche di laboratorio, per attestare la qualità delle opere eseguite, ed i cui rilievi sono stati posti in essere da una ditta specializzata di Carini (Palermo). Gli accertamenti si sono concretizzati con delle prove tecniche su calcestruzzi ordinari e su barre d’acciaio, prove di carico su palo e su impalcato relative a tutto quanto in termini di materiali ha riguardato in questi anni i lavori di via Crocefisso. La strada, a questo punto, presenta un nuovo asfalto, anche se ci si attendeva qualcosa in più sulla sistemazione delle pendenze e sull’allargamento della carreggiata in alcuni tratti.

L’iter ed il finanziamento. Ad ogni modo il dato positivo è che la strada è stata finalmente riaperta e messa nuovamente a disposizione dei tanti automobilisti e centauri che sin qui, da parecchio tempo a questa parte, erano stati costretti a intraprendere percorsi cittadini alternativi per il collegamento tra Taormina e Giardini Naxos e la frazione taorminese di Villagonia. L’iter che ha portato alla riapertura è stato seguito dal sindaco Eligio Giardina e dall’assessore ai Lavori pubblici, Gaetano Carella. Il finanziamento per la Via Crocefisso, come si ricorderà, era arrivato nel 2006 nella fase conclusiva dell’Amministrazione a quei tempi retta dal compianto sindaco Aurelio Turiano. Dopo turiano anche l’altrettanto compianto Carmelantonio D’Agostino, in quei pochi mesi, si era adoperato per far predisporre le procedure per l’avvio delle opere. I lavori sono poi scattati nel 2008 con l’Amministrazione guidata dall’allora sindaco Mauro Passalacqua e la fase conclusiva degli interventi è arrivata ora con la Giunta Giardina. Nel 2013 fu completato e riaperto il tratto a monte della via Crocefisso, adesso è stato completato quello a valle. Sino ad oggi la viabilità in zona si era basata esclusivamente sulla bretella di via Fontanelle, che a questo punto potrà essere un’ulteriore addizione per ripartire tra le due strade i flussi in entrata per Taormina e quelli in uscita.

© Riproduzione Riservata

Commenti