Ernico Castiglione durante le prove di Madama Butterfly - Foto di Domenick Giliberto
Ernico Castiglione durante le prove di Madama Butterfly - Foto di Domenick Giliberto

Il Teatro Antico di Taormina torna in mondovisione. La Madama Butterfly targata Enrico Castiglione, che apre il Taormina Opera Festival, verrà trasmessa domani in diretta satellitare in Europa e negli Stati Uniti. Oltre 200 sale cinematografiche di 30 nazioni saranno collegate con Taormina. Questo nuovo allestimento firmato da Enrico Castiglione, regista e scenografo di fama internazionale, vedrà sul podio Myron Michailidis mentre i protagonisti sono il soprano coreano Hye Miung Kang e il tenore Zoran Todorovic. Si tratta di artisti che calcano i principali palcoscenici di tutto il mondo, prescelti da Castiglione per le doti canore e attoriali, capaci di esaltare la resa di un vero e proprio film-opera. La nuova produzione si avvale degli abiti di scena disegnati dalla pluripremiata costumista Sonia Cammarata.

Madama Butterfly targata Castiglione. Ogni estate, per i prossimi tre anni, le opere liriche del Taormina Opera Festival firmate in esclusiva dal maestro Enrico Castiglione saranno trasmesse in diretta via satellite nelle sempre più numerose sale cinematografiche sparse in tutto il mondo. Domani toccherà al titolo inaugurale della stagione lirica al Teatro Antico, la Madama Butterfly di Giacomo Puccini. «Dopo il Nabucco trasmesso in diretta dalla Rai nel 2011 – ha dichiarato Enrico Castiglione – ogni anno Taormina e il Teatro Antico sono protagonisti nel mondo delle trasmissioni cinematografiche e televisive in diretta via satellite dei miei allestimenti operistici, un record che quasi mi imbarazza ma che mi spinge a sfide sempre più coinvolgenti. Quest’anno, infatti, la nuova diretta sarà per il nuovo allestimento della Madama Butterfly di Puccini, un’opera che adoro, fortemente drammatica, che debutto proprio per il Taormina Opera Festival. E sarà un debutto iper-tecnologico, perché l’opera sarà trasmessa in tutto il mondo per la prima volta in 3d e registrata in 4K, ovvero utilizzando la tecnologia della “cine alta” che ha ormai praticamente sostituito la pellicola». Una produzione esclusiva, quindi, per fare rivivere a una platea cosmopolita di esigenti appassionati la tragica e delicata storia della “tenue farfalla” con la celeberrima aria “Un bel dì vedremo”. L’allestimento è nella scenografica cornice del Teatro Antico di Taormina, costruito agli inizi del VII sec. a.C., conosciuto e ammirato in tutto il mondo per le rappresentazioni teatrali e operistiche e come sede del Festival Euro Mediterraneo.

L’opera lirica. Nagasaki, Giappone, inizi del Novecento. La geisha Cho-Cho-San, soprannominata Madama Butterfly, sposa un ufficiale della marina americana, Pinkerton, che la abbandona poco dopo le nozze. Butterfly dà alla luce un figlio e attende con pazienza il ritorno del marito. Ma Pinkerton ritorna dopo tre anni in compagnia di una giovane donna che ha sposato negli Stati Uniti. Messo al corrente dell’esistenza del bambino dal console Sharpless, è venuto per portarlo con sé in patria e dargli un’educazione occidentale.

Il cast. Alla testa del Coro Lirico e dell’Orchestra Sinfonica Taormina Opera Festival ci sarà il rinomato direttore d’orchestra greco Myron Michailidis. Di alto livello il cast canoro, che vede nel ruolo del titolo il soprano coreano Hye Miung Kang, nuova stella della lirica, chiamata a incarnare la tenera geisha resa immortale dalla musa pucciniana. A interpretare Pinkerton, aitante e superficiale tenente della marina statunitense, sarà il celebre tenore serbo Zoran Todorovic, nome di punta della scena operistica internazionale. Nel ruolo di Sharpless, console americano a Nagasaki, c’è il baritono Piero Terranova, mentre l’affettuosa servente Suzuki sarà il mezzosoprano Annunziata Vestri. A completare il cast il mezzosoprano Anna Consolaro (Kate Pinkerton), il tenore Andrea Giovannini (Goro), il tenore Filippo Micale (il principe Yamadori), il basso Giovanni Di Mare (lo zio Bonzo) e ancora Angelo Nardinocchi, Gonca Dogan, Lora Jeonghee, Silvia Lee.

© Riproduzione Riservata

Commenti