Alessandro Arcigli
Alessandro Arcigli

Il Consiglio nazionale della Federazione Italiana Tennistavolo ha confermato anche per il 2016-2017 il messinese Alessandro Arcigli nel ruolo di direttore tecnico paralimpico. Per il dodicesimo anno consecutivo il coach peloritano sarà il responsabile della preparazione tecnica dei pongisti paralimpici, fiore all’occhiello dell’intero movimento nazionale, e cercherà di confermare alle Paralimpiadi di Rio 2016 le quattro medaglie conquistate a Pechino 2008 e Londra 2012. Il messinese sfilerà, quindi, per la terza volta all’inaugurazione delle Paralimpiadi il 7 settembre prossimo.

Le Olimpiadi di Atlanta ’96. Arcigli è l’unico azzurro ad aver sfilato nel corso della stessa manifestazione sportiva sia durante la cerimonia d’apertura delle gare olimpiche, sia in quelle paralimpiche in quanto oltre alle Paralimpiadi è stato presente anche alle Olimpiadi di Atlanta nel 1996. Dal 1995 al 1997, infatti, è stato capo allenatore della Nazionale Assoluta Femminile di tennistavolo e in questa veste ha conseguito la storica qualificazione alle Olimpiadi di Atlanta 1996 con ben tre atlete. Un curriculum di tutto rispetto, quindi, per il commissario tecnico della nazionale maschile e femminile di pongisti paralimpici.

Squadra azzurra in ottima forma. «Siamo pronti per questo grande appuntamento – ha dichiarato il ct Arcigli – la preparazione è andata molto bene, abbiamo fatto una serie di ritiri a Lignano dove abbiamo trovato condizioni ideali e dove ho avuto modo di apprezzare lo spirito con cui si stanno preparando i ragazzi. A Pechino 2008 e Londra 2012 conquistammo medaglie pesanti, 3 argenti e un bronzo, e arriviamo a questi Giochi in gran spolvero. Negli ultimi 2 anni ci siamo confermati ai vertici del ranking mondiale ed ecco perché possiamo portare a Rio un contingente di ben 7 atleti qualificati. Inutile nascondere che la nostra squadra punta a fare molto bene. Abbiamo atleti ed atlete competitive in tutte le classi e tutti loro potranno ben figurare».

© Riproduzione Riservata

Commenti