Agostino Pappalardo, commissario liquidatore Asm
Agostino Pappalardo, commissario liquidatore Asm

Asm verso l’ennesimo cambio al vertice dell’azienda. Il commissario Asm, nonchè Comandante della Polizia municipale, Agostino Pappalardo, in carica negli uffici di contrada Lumbi dall’ottobre del 2014, ha inviato infatti una nota al sindaco Eligio Giardina nella quale ravvisa il rischio di un “conflitto di interesse” tra la carica di Comandante dei Vigili urbani e gli altri incarichi che sta ricoprendo attualmente, tra i quali quello di liquidatore della municipalizzata. Pappalardo, in sostanza, invita il primo cittadino ad attivare il Comune per una nuova scelta sulla conduzione dell’azienda.

Conflitto di interesse. Pappalardo ha richiamato quanto si legge in un orientamento dell’Anac (Autorità Nazionale Anti-Corruzione) che ravvisa ci potrebbe essere proprio per chi è Comandante della Polizia municipale un conflitto di interesse nel caso svolga contemporaneamente altre cariche e ruoli di direzione di altri uffici comunali. Il conflitto di interesse riguarderebbe non solo Asm ma, ad esempio, la delega ai Servizi Sociali attualmente affidata allo stesso Pappalardo. Per questo Giardina ha così subito disposto la revoca delle varie deleghe che sin qui erano affidate a Pappalardo, tra cui quelle al Personale, all’Anagrafe, alla Segnaletica ed ai Servizi Sociali: quest’ultima funzione da ieri è tornata ufficialmente a Giovanni Coco. «Ho provveduto intanto a revocare al Comandante Pappalardo tutte le varie deleghe che aveva, quindi a questo punto rimarrà soltanto Comandante della Polizia municipale. Per quanto riguarda Asm, invece, ho inviato, contestualmente, una lettera alla presidenza del Consiglio in cui invito il Civico consesso a determinarsi entro 30 giorni a decorrere da venerdì scorso, affinché venga revocato l’incarico a Pappalardo, altrimenti avocherò tutti i poteri in azienda sulla mia persona ed assumerò io la carica di commissario di Asm».

Chi sarà il successore? Si riapre, insomma, il “toto Asm”, e si avvia alla conclusione la fase di gestione dell’azienda da parte del Comandante della Pm, Pappalardo, il cui operato è stato sinora sostenuto dalla maggioranza di governo secondo cui ha operato in termini positivi effettuando un riassetto della situazione in azienda. Di diverso avviso, molto critica, la posizione invece del Partito Democratico, ed in particolare della consigliera Graziella Longo, che a più riprese ha attaccato in aula consiliare l’attuale liquidatore. Intanto per Asm si fa sempre più concreta l’ipotesi che vuole l’Amministrazione intenzionata ad avviare la nascita di una nuova società. La strada che si sta seguendo è quella di una proposta di riforma che prevede la realizzazione di una multiservizi mediante la formula della società di capitali. L’odierna azienda verrebbe, se così’ sarà, liquidata mentre il personale transiterebbe, così come la gestione dei parcheggi e dei servizi, ad una nuova società che verrebbe creata ad hoc per sgravare Asm dalle problematiche del passato. Sulla questione si preannuncia, in ogni caso, un dibattito serrato in Consiglio comunale.

© Riproduzione Riservata

Commenti