Cateno De Luca, sindaco di Santa Teresa di Riva
Cateno De Luca, sindaco di Santa Teresa di Riva

Due anni e quattro mesi per l’ex deputato all’Ars Cateno De Luca, due anni e due mesi per l’ex capogruppo del Pdl Innocenzo Leontini. È la richiesta di condanna per peculato avanzata ieri dal Pm Maurizio Agnello al gup del tribunale di Palermo Riccardo Ricciardi. De Luca e Leontini avevano chiesto il rito abbreviato nell’inchiesta sulle cosiddette “spese pazze” all’assemblea regionale siciliana, che vede indagati altri dieci capigruppo per i quali, invece, si sta procedendo con il rito ordinario. Si tratta di Giulia Adamo (Pdl, gruppo misto e Udc), Nunzio Cappadona (Aps, Alleati per la Sicilia), Francesco Musotto (Mpa), Rudy Maira (Udc e Pid), Nicola D’Agostino (Mpa), Marianna Caronia (Mpa e Pid), Paolo Ruggirello (Mpa e gruppo misto), Livio Marrocco (Pdl e Fli), Cataldo Fiorenza (Pd e gruppo misto) e Salvo Pogliese (Pdl). Il loro destino si conoscerà il prossimo 11 luglio quando sarà emessa la sentenza su De Luca e Leontini e sarà contestualmente decisa l’archiviazione o il rinvio a giudizio per gli altri dieci indagati. L’inchiesta fa riferimento alla precedente legislatura, per un periodo di tempo che va dal 2008 al 2012.

Le accuse. «Le spese pazze fatte dai gruppi parlamentari dell’Ars durante la precedente legislatura – ha evidenziato il pm Agnello nel chiedere la condanna dei due ex parlamentari – in taluni casi rappresentano un vero e proprio peculato, nonostante la legge non imponga regole ferree sull’uso dei fondi destinati ai gruppi». Gli contestano il fatto di aver utilizzato i soldi del gruppo (1.800 euro circa) per comprare 133 agende Nazareno Gabrielli consegnate alla sua segreteria politica di Messina. Sulla sua pagina Facebook l’ex deputato è intervenuto sulla vicenda: «Ho ulteriormente preso la parola in aula – ha scritto in un post – e chiarito che io ho speso oltre il triplo di quanto ricevuto da parte del parlamento siciliano». Leontini, invece, è accusato di aver addebitato sul conto corrente del gruppo da lui presieduto spese varie per regali, cesti di fiori, panettoni e rifornimenti di carburante.

© Riproduzione Riservata

Commenti