Taormina, parcheggio Lumbi
Taormina, parcheggio Lumbi

Quale futuro per l’Asm di Taormina? A chiederlo, in una nota inviata al sindaco Eligio Giardina, all’assessore alle Partecipate Mario D’agostino, al commissario liquidatore Agostino Pappalardo, al presidente del Consiglio e ai consiglieri comunali, i rappresentanti sindacali dell’azienda servizi municipalizzati. La perplessità nasce dal nuovo corso che l’amministrazione comunale vuole dare all’Asm: allo studio di Palazzo dei Giurati c’è una proposta di riforma che prevede la realizzazione di una multiservizi mediante la formula della società di capitali. «Da recenti notizie di stampa – si legge nella nota – si è appreso infatti che l’amministrazione comunale avrebbe intenzione di trasformare Asm in una società di capitale, senza peraltro alcun cenno sulle modalità».

«Una scelta che interessa il futuro dell’azienda e dei lavoratori». Il nuovo percorso consentirebbe, in buona sostanza, di far ripartire da zero l’attività della municipalizzata sgravando al contempo la stessa dalla problematica della liquidazione. «Da parecchio tempo, ormai – continua la nota – le innumerevoli richieste di convocazioni urgenti, inoltrate agli organi in indirizzo, in cui si manifesta la necessità di risposte certe circa lo stato di liquidazione dell’Asm, sono rimaste a tutt’oggi inevase. Ora, si apprende questa notizia giornalistica, che lascia perplessi proprio perché non siamo stati in alcun modo coinvolti nei ragionamenti che di fatto interessano il futuro dell’azienda e le prospettive dei lavorator tutti». Le organizzazioni sindacali intendono, quindi, essere parte attiva nella contrattazione e nelle decisioni finali che riguarderanno le sorti di Asm «al fine di poter contribuire nei ragionamenti e nei fatti, piuttosto che essere incorporati in una nuova dimensione, che potrebbe non rivelarsi la soluzione migliore per l’azienda e i suoi lavoratori».

Le organizzazioni sindacali chiedono un incontro urgente. Una condizione di incertezza che si trascina dal settembre 2011, quando nella passata legislatura l’allora Consiglio comunale dispose con apposita delibera consiliare il commissariamento dell’azienda. «Di recente, inoltre – scrivono i rappresentanti sindacali di Asm – il Consiglio Comunale ha deliberato il blocco della votazione degli ultimi bilanci di Asm per via di vicende esterne. Una decisione che compromette ed ostacola in maggior misura la fuoriuscita dalla liquidazione, poiché una condizione necessaria risulta essere proprio la ratifica dei bilanci degli ultimi tre anni». Scelte che inducono i sindacati a chiedere un incontro urgentissimo le autorità in indirizzo: «Siamo fermamente convinti – conclude la nota – che il dialogo sia la strada migliore da intraprendere, non accantonando tuttavia le iniziative volte a sostegno di una vertenza che oggi si ritiene necessaria, per assicurare alla città di Taormina i servizi, ai lavoratori di Asm ed alle loro famiglie la continuità della loro vita».

© Riproduzione Riservata

Commenti