On. Nello Musumeci
On. Nello Musumeci

Sette interruzioni per lavori in corso, due di queste con doppio senso di marcia. Senza contare gallerie scarsamente illuminate, il fondo stradale dissestato e barriere di protezione che non sempre garantiscono la necessaria sicurezza. La “fotografia” che immortala l’attuale situazione dell’autostrada A18 Messina-Catania è impietosa. Dopo l’interrogazione al ministro Delrio presentata nell’aprile scorso dal dal vicepresidente della Commissione Trasporti della Camera, Vincenzo Garofalo, la questione è destinata ad approdare anche all’Ars. Il deputato Nello Musumeci, insieme ai deputati del Gruppo “Lista Musumeci”, Formica e Ioppolo, ha presentato un’interrogazione al presidente della Regione, Rosario Crocetta, e all’assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Giovanni Pistorio, nella quale sottolinea come questo tratto autostradale, utilizzato giornalmente da migliaia di lavoratori pendolari per raggiungere il proprio posto di lavoro e da molti turisti, sia un «monumento all’incuria e al degrado».

Automobilisti in pericolo. L’esponente dell’opposizione chiede che si intervenga con urgenza per ridurre i disagi degli automobilisti. «Il Consorzio Autostrade Siciliane – scrive – renda sicuro e veloce sul tratto dell’A18 Messina-Catania, caratterizzato da ben 7 interruzioni per lavori in corso, di cui 2 a doppio senso di marcia». Musumeci incalza il Cas anche sulla frana di Letojanni: «Per non parlare – si legge nell’atto ispettivo – dell’area interessata dalla frana che dal 5 ottobre 2015 ostruisce l’autostrada per ben 1.300 metri, con il paradosso che l’accesso a tale arteria è a pagamento, aggiungendo quindi al disagio anche la beffa». Nell’interrogazione, Musumeci chiede un maggiore controllo sulla durata dei cantieri, la possibilità di verificare la possibile esecuzione dei lavori anche nelle ore notturne e un crono-programma degli interventi che riduca al minimo i disagi degli utenti: «Appare superfluo – conclude il parlamentare regionale – evidenziare il rischio che quotidianamente corrono gli automobilisti nell’affrontare un viaggio che spesso si rivela una vera e propria gimkana tra interruzioni, deviazioni ed eterni cantieri di lavoro: per questo sollecitiamo un intervento urgente».

© Riproduzione Riservata

Commenti