Da sinistra: Piero Benigni, Alessandra Caltabiano, Giuseppe D'Aveni, Franco Pizzolo, Pinuccio Composto, Salvatore Brocato
Da sinistra: Piero Benigni, Alessandra Caltabiano, Giuseppe D'Aveni, Franco Pizzolo, Pinuccio Composto, Salvatore Brocato

Vertice sulla viabilità ieri mattina a Palazzo dei Giurati, dove una seduta allargata di Quarta Commissione ha affrontato lo spinoso tema del piano traffico cittadino per la stagione turistica appena iniziata. Al tavolo c’erano il presidente della Quarta Commissione, Alessandra Caltabiano, l’assessore Salvo Cilona, i consiglieri Piero Benigni, Pinuccio Composto, Franco Pizzolo, Salvo Brocato. Presente anche il Comandante della Polizia municipale, Agostino Pappalardo. «Abbiamo discusso la necessità di riattivare la Ztl per il piano di viabilità – spiega Cilona – e la necessità di individuare delle soluzioni che riescano ad essere condivise dalle varie forze politiche, anche perchè l’intesse globale è quello di mettere ordine in città. Per quanto riguarda l’ordinanza anti-bus in piazza San Pancrazio, rimarranno in vigore le disposizioni attuali».

La delicata via. Pancrazio. Il sindaco Eligio Giardina ha, infatti, predisposto la nuova ordinanza sul piano sperimentale che dal 1 giugno scorso ha vietato la sosta in via San Pancrazio ai pullman delle società che operano nel territorio di Taormina e tale provvedimento resterà, quindi, in vigore dal 1 luglio, con i bus che transiteranno da via San Pancrazio senza poter fare sosta e percorreranno dopo la via Pirandello. «Abbiamo chiesto all’Amministrazione – afferma il consigliere di opposizione Piero Benigni (capogruppo del Pd) – di assumere delle linee guida chiare ed efficaci sul piano di viabilità. A nostro avviso, il piano di viabilità non può essere redatto in maniera improvvisata ora, alle porte di luglio, e si rischia anzi di creare ancor più caos di quanto già non ce ne sia da tempo. La città sta soffrendo. E’ ovvio che noi attenzioneremo le proposte dell’Amministrazione, ma al momento siamo insoddisfatti di come stanno andando le cose e siamo soprattutto preoccupati. La carenza che pesa di più è quella dei vigili urbani, che non sono sufficienti e troppo pochi per affrontare questa ulteriore stagione turistica».

Le priorità di Benigni. «Occorre attenzionare la circolazione dei pulmini che circolano in città – aggiunge Benigni – e che aumentano in modo sproporzionato di giorno in giorno. Bisogna altrettanto attenzionare i flussi dei bus delle società di autolinee nel centro storico cittadino, e limitare al massimo l’ingresso nel salotto di Taormina. Non si può prescindere dalla necessità di individuare delle nuove zone di sosta nel perimetro cittadino e guardando a chi lavora in città, che ad oggi non ha possibilità di parcheggiare in aree adeguate. Questo incontro di oggi (ieri, ndr) è stato chiesto a gran voce dalla presidente Caltabiano, altrimenti credo non ci sarebbe stata nemmeno discussione con i consiglieri. Le scelte vanno condivise, ora più che mai».

© Riproduzione Riservata

Commenti