Un team di esperti illustrerà “Le opportunità del PSR e del FEAMP 2014-2020 per il territorio”. Il convegno dedicato aifinanziamenti europei a sostegno dell’agricoltura e della pesca, organizzato da One Partner, un network nazionale di commercialisti, avvocati e consulenti del lavoro, in collaborazione con l’Unione dei Comuni del comprensorio di Naxos e Taormina e l’Unione dei Comuni delle Valli Joniche dei Peloritani, si articolerà in due macro-aree: il Programma di sviluppo rurale e il Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca. L’appuntamento è per venerdì 1 luglio, a partire dalle 15, a Sant’Alessio Siculo presso l’hotel Capo dei Greci.

Il programma di Sviluppo Rurale. Dopo i saluti del presidente dell’Unione dei comuni delle Valli Joniche dei Peloritani, Fabio Di Cara, e del presidente dell’Unione dei comuni del comprensorio Naxos – Taormina, Alfio Currenti, si entrerà nel vivo dei lavori con la sezione dedicata ai finanziamenti europei a sostegno dell’agricoltura. Il Programma di Sviluppo Rurale è il principale strumento operativo di programmazione e finanziamento per gli interventi nel settore agricolo, forestale e rurale sul territorio regionale. In particolare si discuterà, sia delle misure a favore delle attività agricole (ristrutturazione e riconversione colturale/varietale, acquisto di terreni, ristrutturazione immobili, macchine ed attrezzature, ecc.), che della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agroalimentari ed agroindustriali. Saranno inoltre trattati i finanziamenti relativi al turismo rurale e/o agrituristico, alle attività di Bed & Breakfast e alle attività per la produzione di energia da fonti rinnovabili. Ad illustrare il PSR 2014 -2020 saranno: Antonello Cracolici, assessore regionale all’Agricoltura, Sviluppo rurale e Pesca mediterranea; Gaetano Cimò, dirigente generale Dipartimento regionale dell’Agricoltura; Felice Genovese, presidente dell’Ordine Dottori Agronomi e Dottori Forestali di Messina; Giovannella Biondi, dottore commercialista esperta in euro-progettazione.

Il Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca. Nella sessione dedicata al FEAMP verranno trattate le misure a favore degli operatori della trasformazione e della commercializzazione dei prodotti ittici (acquisto o ammodernamento di immobili, realizzazione di depositi frigoriferi, acquisto di attrezzature), a favore dei pescatori (ammodernamento delle imbarcazioni, acquisto delle attrezzature di bordo), delle imprese che offrono servizi al settore della pesca e dell’acquacoltura (cantieri navali, impianti di distribuzione carburante per la pesca), degli impianti di acquacoltura e miticoltura per l’allevamento in acque di mare e in acque interne (realizzazione di nuovi impianti, ammodernamento e potenziamento degli impianti esistenti). Interverranno: Giuseppe Castiglione, sottosegretario alle politiche agricole con delega alla pesca del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali; Riccardo Rigillo, direttore generale della pesca marittima e dell’acquacultura del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali; Dario Cartabellotta, dirigente generale Dipartimento regionale della Pesca Mediterranea; Giuseppe Dimino, dirigente responsabile Servizio Programmazione Dipartimento regionale della Pesca Mediterranea; Nino Accetta, presidente regionale Federcoopesca Sicilia. La conclusione dei lavori sulla programmazione 2014-2020 sarà affidata ai rappresentanti del GAC e del GAL: Carmelo Messina, direttore del GAC Riviera etnea dei Ciclopi e delle Lave; Ernesto Del Campo, responsabile del GAL Etna; Concetto Bellia, presidente del GAL Terre dell’Etna e dell’Alcantara.

© Riproduzione Riservata

Commenti