Lo staff medico con l'assessore D'Agostino nel reparto di oncologia del presidio ospedaliero di contrada Sirina
Lo staff medico con l'assessore D'Agostino nel reparto di oncologia del presidio ospedaliero di contrada Sirina

“Fai della solidarietà il tuo pane quotidiano” ha dato i suoi primi frutti. Con una parte dei proventi raccolti durante le giornate della solidarietà a Taormina sono state acquistate le protesi al seno per le pazienti oncologiche dell’ospedale San Vincenzo. «Un segno tangibile della grande solidarietà di Taormina» ha affermato Graziella Paino, presidente dell’associazione Salus Carmeloantonio D’Agostino, che da anni opera al fianco dei malati oncologici.

La consegna. Nei giorni scorsi nel reparto di oncologia del presidio ospedaliero di contrada Sirina, alla presenza del primario, Vincenzo Panebianco, e del chirurgo senologo, Luisa Puzzo, si è svolta una piccola cerimonia di consegna delle “protesi mammarie esterne”. «Sono molto soddisfatta per la riuscita di questo terzo progetto – spiega Graziella Paino – che ha permesso di acquistare nuove protesi da destinare alle pazienti operate di tumore al seno». Anche i medici dell’UOC di Chirurgia oncologica hanno mostrato il loro gradimento per questa iniziativa, accolta come una occasione per evidenziare i risultati raggiunti ma anche le problematiche che le donne affette da patologie al seno devono affrontare.

Al fianco dei pazienti oncologici. La donazione delle protesi mammarie si inserisce in progetto più ampio che ormai da anni l’associazione Salus Carmeloantonio D’Agostino porta avanti: quello di assistere i pazienti oncologici nel decorso della malattia. Un’attenzione speciale verso i pazienti del reparto di oncologia dell’ospedale San Vincenzo con una serie di iniziative volte a migliorare la mobilità del paziente, favorire l’accesso all’ospedale e rendere più accettabile il percorso chemio –terapico. “Un bell’aspetto ti fa sentire meglio” è lo slogan del progetto dedicato alle donne malate di tumore che a seguito dei trattamenti presentano effetti collaterali quali caduta dei capelli, alterazione delle unghia, secchezza della cute. Da qui l’iniziativa dell’Associazione Salus D’Agostino di mettere in piedi una “Banca delle parrucche”, attraverso donazioni e reimpiego di quelle usate si consente alle pazienti di sentirsi donne nonostante gli effetti della chemioterapia. «Ringrazio quanti hanno contribuito a questa nuova dimostrazione di solidarietà– continua la presidente dell’associazione Salus Carmelantonio D’Agostino – il comune di Taormina, l’ufficio dei servizi sociali rappresentato dalla funzionaria Rosaria Scilabra, e le associazioni di volontariato taorminesi che fattivamente hanno collaborato alla realizzazione del programma di solidarietà fortemente voluto dal vicesindaco e assessore ai servizi sociali, Mario D’Agostino».

Le giornate della solidarietà. “Fai della solidarietà il tuo pane quotidiano” è stata organizzata dall’Assessorato ai Servizi Sociali, sovrainteso da Mario D’Agostino, in collaborazione con le associazioni del territorio: L’altra Metà, Salus Carmelantonio D’Agostino, Carpe Diem, TraOrmina Forum, Nuovi Orizzonti e l’Istituto comprensivo 1 di Taormina. Due fine settimana di maggio, per una totale di quattro giornate, all’insegna della sensibilizzazione, della beneficenza e della solidarietà durante le quali i volontari sono scesi in piazza per vendere il “pane della solidarietà”. Il ricavato è stato utilizzato per acquistare le protesi mammarie donate al reparto di chirurgia oncologica dell’ospedale San Vincenzo di Taormina.

© Riproduzione Riservata

Commenti