Vittorio sabato, vicepresidente del Consiglio comunale
Vittorio sabato, vicepresidente del Consiglio comunale

«Sulla questione dell’acqua potabile a Trappitello sto vedendo tante polemiche ma non è litigando che si risolverà il problema. Ora bisogna fare chiarezza ma è altrettanto necessario che la svolta non può arrivare in un clima di continue polemiche». Il monito arriva dal vicepresidente del Consiglio, Vittorio Sabato che interviene così sulla spinosa vicenda dell’acqua torbida nella popolosa cittadina taorminese. «In questa fase – ha dichiarato Sabato – bisognerebbe piuttosto evidenziare che finalmente si sta iniziando a fare chiarezza e si inizia a intravedere un po’ di luce nel tunnel di questo mistero che dura ormai da diversi anni. La chiusura del vecchio pozzo e’ un fatto importante. Credo che sia opportuno abbassare i toni e concentrarsi su quello che deve essere il vero obiettivo di tutti, cioè capire e individuare le cause effettive dell’acqua torbida e stabilire adesso cosa fare dopo la chiusura del vecchio pozzo».

Abbassare i toni. «Stiamo parlando di questioni tecniche in cui soltanto gli addetti ai lavori possono dire come stanno realmente le cose e quali dovranno essere le soluzioni per risolvere in via definitiva la problematica. Ritengo, ad ogni modo, opportuno che su questa vicenda si rasserenino i toni. Tutti i cittadini hanno il diritto di sapere cosa è successo in questi anni ed esigono di essere rasserenati e rassicurati che questo fenomeno dell’acqua marrone o torbida potrà essere risolto una volta per tutte. La lite continua, le tensioni ed il rimbalzo di presunte responsabilità su questo argomento non portano da nessuna parte. In certi casi, delicati come questo, le parole e la “poesia” servono a poco».

Chiarezza e soluzioni. «Un primo traguardo è stato raggiunto con la chiusura del vecchio pozzo. Ora ci aspettiamo tutti che il percorso finalizzato a fare chiarezza possa proseguire in modo efficace e concreto. Niente fughe in avanti e niente baraonde, e’ arrivato il momento buono per riuscire ad accertare la situazione. Cosa bisogna fare adesso per ovviare all’avvenuta chiusura del vecchi pozzo? Saranno i tecnici a dirlo – conclude Sabato -. Il sindaco ha nominato un esperto e credo che l’esperienza di questo professionista potrà dare un apporto significativo per la risoluzione del caso. Su cosa si debba fare esattamente e se vada realizzato un altro pozzo io non mi sbilancio e lascio fare a chi certamente ha una conoscenza di questi fenomeni che è migliore della mia e di tutti noi politici».

© Riproduzione Riservata

Commenti