Consiglio comunale Giardini Naxos
Un Consiglio comunale di Giardini Naxos

Continua con un esposto alla Procura delle Repubblica di Messina la querelle sul mancato rilascio di numerosi documenti richiesti dai consiglieri comunali del gruppo “Giardini Naxos Bene Comune – Bosco Sindaco” e mai ricevuti. È l’ultimo atto di una vicenda che si trascina ormai dal consiglio comunale del 29 dicembre scorso, nel corso del quale il consigliere Alessandro Costantino aveva lamentato l’assenza della documentazione relativa al riconoscimento di alcuni debiti fuori bilancio relativi a lavori di somma urgenza.

Le motivazioni. Costantino, in quell’occasione, aveva chiesto di ricevere gli atti relativi. A seguire, altre due richieste protocollate nel mese di febbraio, sono giunte al Presidente del Consiglio che miravano a ottenere la documentazione dettagliata sui lavori effettuati. Il capogruppo di minoranza, inoltre, tra febbraio e marzo, ha anche chiesto di avere copia dei bilanci del centro incontro anziani di Giardini e l’elenco completo dei partecipanti alla cena per gli anziani organizzata a Natale. Il silenzio degli uffici, unitamente a quello dell’Amministrazione Comunale, aveva indotto il consigliere Costantino ad autosospendersi dal consiglio comunale mentre l’intero gruppo consiliare di “Giardini Naxos Bene Comune – Bosco Sindaco”, formato dai consiglieri Antonella Arcidiacono, Angelo Cundari, Mario Sapia , Valentina Sofia e Alessandro Costantino, abbandonava l’aula in segno di protesta nel corso dell’ultima seduta dell’assemblea cittadina.

Garantire il rispetto dei diritti e delle prerogative del Consiglio. «Attraverso questo ulteriore e, ci auguriamo, finale atto – si legge in una nota a firma dell’aggregazione Giardini Naxos Bene Comune – intendiamo ribadire la necessità che ai componenti del consiglio comunale di Giardini Naxos venga garantito il diritto all’accesso agli atti ed a tutte le informazioni utili allo svolgimento del proprio mandato elettorale, come previsto dalla legge, e precisare che questa battaglia viene portata avanti non solo nell’interesse del gruppo di opposizione, ma del consiglio comunale, nella sua interezza». Ma ad oggi le richieste di documentazione sono rimaste disattese. «Nonostante la richiesta di documenti sia inevasa da oltre sei mesi – continuano i consiglieri del gruppo di minoranza- è utile sottolineare che l’Amministrazione comunale, ad eccezione del solo presidente del consiglio, non abbia inteso intervenire sulla vicenda; addirittura l’Assessore alla Trasparenza, nel corso dell’ultimo consiglio Comunale, dichiarava di non conoscerla, nonostante le continue e pressanti richieste avanzate dal nostro gruppo nel corso di tutti i consigli comunali del 2016. Attendiamo fiduciosi – concludono i consiglieri di Giardini Naxos Bene Comune – l’esito del lavoro della magistratura e auspichiamo anche l’intervento del Prefetto di Messina, doverosamente informato sull’accaduto».

© Riproduzione Riservata

Commenti