«Il mio primo obiettivo è rinforzare le fila del Comitato Nazionale Giovani Albergatori, cercare di espandere il più possibile l’adesione su tutto il territorio nazionale, per creare gli strumenti di confronto, cooperazione e collaborazione efficienti per tendere una mano ai giovani che si affacciano al mondo del turismo». Mavie Fesco, 31 anni, giovane albergatrice catanese e nuova vicepresidente nazionale di Federalberghi Giovani racconta la sua esperienza a TaorminaToday, intervistata dal direttore Lucia Gaberscek. «Per me è un onore poter rappresentare la Sicilia in seno al Comitato nazionale Giovani Albergatori con questa nomina recentissima da parte del presidente Dinno Marcello De Risi– spiega Mavie Fesco–e questo ruolo conferma l’impegno della Sicilia in ambito giovanile».

Albergatori junior vs senior. «Prerogativa essenziale del CNGA è quella di favorire l’imprenditoria giovanile, aiutando la nuova generazione che si affaccia a questo comparto». Mavie Fesco, partita dalla gestione di un albergo di famiglia (Hotel Biancaneve a Nicolosi) ha coltivato con impegno e dedizione il suo lavoro arrivando a ricoprire incarichi direttivi all’interno dell’associazione di categoria dei giovani albergatori. «Sono cambiati i tempi –sottolinea Mavie Fesco –l’impatto e l’apporto di un giovane è senz’altro diverso rispetto alla vecchia guardia. I giovani hanno una maggiore dinamicità con gli strumenti del comparto turistico e una maggiore elasticità nell’utilizzarli a proprio favore».

I social per commercializzare le strutture alberghiere. Un aspetto innovativo per favorire il turismo è rappresentato dai nuovi mezzi comunicazione. «L’impatto dei social ha influito nell’ultimo decennio nella comunicazione aziendale di ogni impresa turistica – afferma la vicepresidente nazionale di Federalberghi Giovani – certamente il giovane albergatore è più propenso a utilizzare i nuovi mezzi per commercializzare la propria azienda».

«La formazione è un tassello fondamentale». Per la nuova vicepresidente nazionale di Federalberghi Giovani bisogna prepararsi adeguatamente al mercato del lavoro. «La missione che si è data il Comitato Nazionale Giovani Albergatori di Federalberghi, come gruppo di colleghi che si scambino esperienze, competenze ma anche rapporti e relazioni – spiega Mavie Fesco- riguarda l’aspetto sia di collaborazione con gli istituti professionali, sparsi sul territorio nazionale, ma anche la formazione degli appartenenti al Comitato dei giovani albergatori italiani che rappresenta la nuova generazione che si appresta a dirigere le aziende». Mavie Fesco, premiata nel 2015 come migliore giovane albergatrice dell’anno,ha promosso e sostenuto progetti legati alla scuola e alla formazione presso gli istituti alberghieri della provincia di Catania. Ha, inoltre, collaborato, come referente della Federazione, con l’Università degli Studi di Catania per valutare delle start up innovative in ambito turistico- ricettivo.

© Riproduzione Riservata

Commenti