Taormina, via Geleng nuova caserma Guardia di Finanza
Taormina, via Geleng nuova caserma Guardia di Finanza

Appuntamento a settembre per il trasferimento delle Fiamme Gialle nella nuova caserma in via Geleng. Pare, infatti, destinato a concretizzarsi a quanto pare dopo l’estate il previsto spostamento della Guardia di Finanza di Taormina nell’immobile messo a disposizione dal Consorzio Autostrade. La consegna dei lavori era attesa già nel gennaio 2015 ma i tempi si sono allungati di un anno e mezzo. Per qualche tempo i lavori si erano, per altro, fermati e, a quanto pare, ci sarebbero stati dei problemi burocratici legati anche alle cifre che occorrevano per terminare il piano di ammodernamento della struttura.

Immobile funzionale. L’immobile destinato ad accogliere le Fiamme Gialle era stato in passato sede del Consorzio Autostrade Siciliane, che lo ha concesso alla Guardia di Finanza con apposita intesa pluriennale per farne in via Geleng la sede della Compagnia che attualmente si trova invece a Trappitello. Si tratta di opere da 720 mila euro finalizzate alla ristrutturazione e l’adeguamento di un edificio concesso in comodato d’uso gratuito trentennale alla Gdf per essere riattivato e destinato, appunto, a sede della Compagnia della Guardia di Finanza di Taormina. I lavori erano iniziati nel marzo 2014: ora sono in atto le ultime rifiniture per rendere funzionale l’immobile.

Riorganizzazione della viabilità. Lo spostamento della Guardia di Finanza nella nuova struttura ubicata in centro storico sarebbe in agenda al termine della stagione estiva. In ogni caso il previsto spostamento delle Fiamme Gialle in via Geleng dovrà, per forza di cose, portare ad una riorganizzazione della viabilità e delle aree a sosta nella zona in cui si trova la nuova caserma, ed è presumibile che si renderà necessario vengano liberati diversi stalli all’esterno dell’edificio ristrutturato. Diversi residenti, quasi certamente, dovranno insomma poi fare altre scelte per il parcheggio delle vetture, rendendosi necessaria l’adozione di alcune misure di sicurezza in concomitanza con la dislocazione in zona della Gdf.

© Riproduzione Riservata

Commenti