Ospedale Sirina Taormina, Reparto di cardiochirurgia pediatrica
Ospedale Sirina Taormina, Reparto di cardiochirurgia pediatrica

“La prudenza è d’obbligo ma possiamo dire che la Commissione Sanità si sta orientando per la conferma della Cardiochirurgia pediatrica a Taormina. Il ragionamento può andare oltre la proroga”. Lo ha dichiarato l’on. Salvatore Giuffrida, l’ex direttore del Str di Taormina ed attuale componente della Commissione Sanità all’Assemblea Regionale.

La crociata delle famiglie. «Nelle scorse settimane ero molto pessimista sulla situazione e non ravvisavo che vi fossero le condizioni per ottenere la conferma del Bambin Gesu’ a Taormina – spiega Giuffrida – ma ora il vento mi pare sia cambiato e ritengo si possa dire che siamo davvero sulla buona strada per arrivare ad una svolta. Da più parti e’ stato fatto un lavoro incisivo per far passare il messaggio di quanto sia stata positiva l’attività sinora effettuata a Taormina dai medici e da tutto il personale della Cardiochirurgia pediatrica. La crociata che si è verificata in queste settimane a favore della Cardiochirurgia di Taormina non è passata inosservata a Palermo e credo soprattutto che Il dato apparso inequivocabile per il Governo regionale sia stato quello dei risultati su ricoveri e pazienti in questi anni. I numeri sono importanti e non possono essere ignorati. Che poi si debba definire una rivisitazione della convezione e dei costi a carico della Regione e’ un altro discorso e credo che questo riassetto della convenzione sia già in atto con un taglio sostanzioso rispetto alla cifre precedenti».

Due centri specialistici. «Questa vicenda – conclude Giuffrida – non è un fatto di difesa campanilistica. A Palermo bisogna comprendere, ed io credo che stiano iniziando a realizzarlo, che in Sicilia devono esserci due centri e non si può immaginare di averne uno soltanto spostando quello di Taormina altrove. La Sicilia orientale non può e non deve essere privata di una struttura che nel tempo e’ diventata un punto di riferimento per l’utenza proveniente da ogni parte della della Sicilia ed anche dalla Calabria».

© Riproduzione Riservata

Commenti