La filosofa e parlamentare, Michela Marzano

Taormina è stata per molto tempo uneden dove non esistevano pregiudizi e tabù e con “Tao for Families” vuole rimpossessarsi di questo passato e diventare città dell’accoglienza e promotrice dei diritti civili. In quest’ottica giovedì 9 giugno, alle 18:30 nei locali dell’Archivio Storico di Taormina, ospiterà Michela Marzano, filosofa e parlamentare, da sempre in prima linea nella lotta per l’affermazione dei diritti civili,autrice del libro “Papà, Mamma e Gender”.

Pregiudizi, discriminazioni e ideologia gender. «L’incontro con l’on. Michela Marzano – afferma Alessandra Caruso- si inscrive nel progetto “Tao for Families” il cui messaggio politico-culturale mira a scardinare pregiudizi e stereotipi attraverso una ferma presa di posizione in cui si rivendica la piena uguaglianza di tutti cittadini davanti alla legge».Taormina vuole riappropriarsi di quella dimensione ideale, nel panorama nazionale, dove realizzare incontri, manifestazioni e convegni volti ad affermare il primato dell’art.3 Costituzione per il pieno godimento dei diritti civili “senza distinzione di sesso, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”. «Con la professoressa Marzano, personalità di spicco nella lotta per i diritti civili – spiega Alessandra Caruso, curatrice del progetto – avremo l’occasione di fare il punto della situazione: parleremo del ruolo della politica, di cosa si può fare per tentare di abbattere i muri del pregiudizio, del ruolo della scuola e finalmente avremo modo di capire se esiste un’ideologia gender. Insomma un evento da non perdere per chi vuole informarsi, riflettere e porre qualche domanda a una delle più autorevoli personalità del mondo della cultura».

La Perla dello Jonio avamposto di civiltà. Un esordio di grande prestigio e di forte impatto quello dell’incontro con Michela Marzano per “TAO for FAMILIES”, il progetto del Comune di Taormina curato da Alessandra Caruso e sostenuto dall’Associazione Albergatori, Confindustria Alberghi, Gais Group, Centro Commerciale Naturale, TaoBuk, Arte&Cultura a Taormina, oltre che dalla sezione catanese di Agedo, associazione di genitori, parenti ed amici di persone Lgbt. Un progetto che promuove la Famiglia basata sull’Amore declinato in tutte le sue forme e rilancia Taormina come città dell’Accoglienza lontana da ogni tipo di pregiudizio, capitale non solo turistica e culturale ma baluardo di civiltà in linea con le più attuali direttive europee, dove, nel principio costituzionale dell’uguaglianza, la “diversità” viene garantita ed il diritto di ogni singolo cittadino a godere dei pieni diritti civili affermato. E se convenzioni imposte da una morale retrograda e dal pregiudizio hanno fatto sì che prima del ddl “Cirinnà” sulle unioni civili i diritti delle coppie omosessuali italiane davanti alla legge non esistessero, la sua trasformazione in legge dello Stato – sia pur manchevole in alcuni importanti aspetti – offre a Taormina la possibilità di riappropriarsi del primato di avamposto di Civiltà e di rispetto della Libertà, schierandola, compatta, nel sostenere i diritti civili di tutti i cittadini proprio quando centinaia di amministratori locali dichiarano pretestuosamente che non applicheranno la legge, invocando un’omofoba obiezione di coscienza.

A Taormina l’autrice di “Papà, Mamma e Gender”. Laureata all’Università di Pisa, perfezionatasi in Filosofia alla “Normale” di Pisa ed in Bioetica alla “Sapienza” di Roma, docente ordinario di filosofia all’Università Paris V° René Descartes – SHS Sorbonne, Michela Marzano, dal 2013 deputata al Parlamento eletta nella circoscrizione Lombardia, è fuoriuscita dal PD dopo l’approvazione di una legge “Cirinnà” monca, a suo giudizio, di alcune previsioni fondamentali. Autrice di numerosi saggi ed articoli di Filosofia morale e politica, la Marzano che, tra l’altro, ha curato il “Dictionnaireducorps” (PUF, 2007) e nel 2014 ha vinto il premio letterario “Bancarella” con il volume “L’amore è tutto. È tutto ciò che so dell’amore”, edito da UTET, si occupa di Filosofia morale e politica ed, in particolare, partendo dall’analisi della fragilità della condizione umana, del posto che occupa oggi l’Essere Umano, in quanto essere fisico, carnale.

© Riproduzione Riservata

Commenti