Vertice NATO presso Hotel Grand Timeo di Taormina del 2006 - Photo NATO
Vertice NATO presso Hotel Grand Timeo di Taormina del 2006 - Photo NATO

Adesso e’ufficiale. Il g7 del 2017 a si svolgerà’ a Taormina. A sole 24 ore di distanza dall’avvenuta comunicazione da parte del premier che il vertice dei potenti del pianeta avrà luogo in Sicilia, ora e’ arrivata la conferma che sara’ la Perla dello Jonio ad accogliere il summit dei potenti. Renzi ha ufficializzato che il prossimo appuntamento dei Capi di Stato, in Italia, in Sicilia, avrà come location la città del Centauro.

Riconoscimento. Soddisfazione è stata subito espressa dal sindaco Eligio Giardina. «È un annuncio storico per Taormina. Ora i polsi possono iniziare a tremare, per l’orgoglio e l’emozione di un riconoscimento mondiale per questa città. Bisogna mettere da parte qualsiasi discussione e fare squadra per farci trovare pronti ed accogliere al meglio il G7. Siamo pronti e dovremo cercare di ottenere in termini di ritorno il massimo possibile, come immagine e come infrastrutture». Renzi ha anche ufficializzato le date del G7 che si terra’ il 26 e 27 maggio.

Luogo ideale. «Sicuramente sara’ in Sicilia, la nostra proposta sara’ quella di Taormina, dobbiamo fare le ultime verifiche tecniche e logistiche. Eventualmente la Sicilia ha altri luoghi». Lo ha detto il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, incontrando i giornalisti al G7 in Giappone. «Questo non suoni minimamente come una polemica nei confronti di altri luoghi. Credo che fosse un dovere morale ospitare un grande evento” come il G7 in Sicilia, il luogo ideale per mettere insieme cultura, accoglienza, valori. E poi e’ un segnale per il Sud».

Scelta simbolica. «La scelta di fare il prossimo G7 in Sicilia più che logistica è una scelta di politica culturale. Quale migliore terra della Sicilia che è la terra della bellezza, del volontariato, del medico Pietro Bartolo e dell’innovazione?». Il premier Matteo Renzi spiega così la scelta dell’Isola per il prossimo vertice fra i grandi della terra. «Se prendi e fai vedere l’immagine di una bimba di nove mesi che non ha più la mamma e del medico che le ha salvato la vita e si preoccupa del dopo chiedendo l’affido, non è una questione di numeri. C’è una dimensione umana. E’ una vicenda che ti tocca nel profondo». Questo e’ quanto ha detto il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, durante una conferenza stampa al termine della prima giornata di lavori del G7 di Ise-Shima.

© Riproduzione Riservata

Commenti