Il sottosegretario di Stato, Giuseppe Castiglione, Eligio Giardina Sindaco di Taormina
Il sottosegretario di Stato, Giuseppe Castiglione, Eligio Giardina Sindaco di Taormina

In attesa dell’incontro col presidente della Regione Crocetta (che potrebbe avvenire mercoledì a Palermo), il sindaco di Taormina, Eligio Giardina, intensifica il pressing sulle deputazioni per la vicenda del “Bambin Gesù”. Il primo cittadino ha incontrato per questo motivo nelle scorse ore nella città del Centauro il sottosegretario di Stato, Giuseppe Castiglione, alla presenza anche dell’on. Nino D’Asero (capogruppo del Nuovo Centrodestra all’Ars) e degli assessori Salvo Cilona, Gaetano Carella e Pina Raneri.

L’incontro. «Ho incontrato Giardina per discutere il problema del “Bambin Gesù” – ha detto Castiglione – e capire lo stato odierno delle cose. E’ chiaro che c’è qualcosa da rivedere. Lascio ad altri gli le passerelle politiche, io preferisco essere chiaro e schietto e non fare nessuna promessa: ma di certo andrò a interloquire col ministro Lorenzin per cercare una soluzione. E’ stato realizzato nel 2010 un intervento oneroso a Taormina e quell’investimento milionario va tutelato, rivedendo i costi. Chiederò, intanto, una discussione immediata del caso in Commissione Sanità all’Ars, con l’impegno dell’on. D’Asero. Chi vuole dare un contributo lo dia in Commissione Sanità e non in altre. Solleciteremo una decisione risolutiva al Ministro Lorenzin e all’assessore Gucciardi, che per altro ha dimostrato sensibilità sul tema e non si è arroccato su nessuna posizione. Il tema va affrontato una volta per tutte, e va posto al centro di ogni cosa la qualità del servizio. Non bisogna vanificare le professionalità e le spese avvenute per l’allestimento del Centro a Taormina. L’ospedale di Taormina è una realtà di primo livello in Sicilia, con i suoi vari reparti. Sia chiaro che la mia non è una difesa campanilistica. Stiamo parlando di un presidio d’eccellenza nella principale località turistica dell’isola».

© Riproduzione Riservata

Commenti