Un Goal per la Solidarietà 2016 - Foto di Gaetano La Spada
Un Goal per la Solidarietà 2016 - Foto di Gaetano La Spada

Ha avuto luogo anche quest’anno, allo Stadio “Angelo Massimino” di Catania, il grande evento organizzato da Luca Napoli per Italia Eventi Management: stiamo parlando, naturalmente, di Un Goal per la Solidarietà – Trofeo Eco gruppo Italia. Quello che può essere considerato come uno dei più grandi eventi sportivi dell’anno per il capoluogo etneo ha visto entrambe le tribune dello stadio di Cibali gremite di un caloroso pubblico, costituito soprattutto da giovanissimi e studenti. Come ogni anno, all’atteso appuntamento, giunto ormai alla undicesima edizione, non sono di certo mancati numerosi Vip in campo: Luca Argentero, Stefano De Martino, Giorgio Pasotti, SinišaMihajlović, Diego Pablo Simeone, Giulio Base, Raimondo Todaro, Dj Ringo, Francesco Monte, Cecilia Rodriguez, Jimmy Ghione, Roy Paci, Giorgio Pasotti, Elena Santarelli, Elisabetta Gregoraci e Nicola Amoruso sono solo alcuni dei personaggi pubblici che hanno calcato l’erba del “Massimino” nelle scorsi edizioni del trofeo.

Il quadrangolare di beneficenza ha avuto come protagoniste quattro rappresentative, tra cui la Nazionale Italiana Artisti Tv, la Nazionale Giornalisti, le “All Stars Siciliane” (selezione locale di personaggi del mondo della politica, dello sport e dello spettacolo) e il Dream Team(formazione di partner dell’evento). Il match del cuore made in Sicilyha dimostrato di essere una formula vincente ed è riuscito a conciliare sport, spettacolo e buone azioni: il ricavato della partita verrà, infatti, devoluto a favore di associazioni che sostengono famiglie disagiate mentre, in parte, andrà all’Associazione Conto Alla Rovescia, che si occupa di malattie esostosanti. Un’iniziativa dall’enorme valore sociale, a prova dell’attenzione e della sensibilità da parte di tutta la città di Catania verso una così importante dimostrazione di solidarietà per una giusta causa. In un’assolata giornata di maggio, le tribune gremite di pubblico hanno fatto sentire il loro caloroso affetto ai personaggi in campo:dagli esilaranti Marco Mazzaglia e Davide Simone Vinci, a Fabrizio Fontana(il “Capitan Ventosa” di Striscia la Notizia) che ha offerto siparietti comici, coinvolgendo pubblico e compagni di squadra. Tra gli ospiti più attesi anche Aldo Palmeri, ex tronista di Uomini e Donne, Alessandro Calabresi, partecipante all’ultima edizione del Grande Fratello, e il corteggiatore Fabio Ferrara. Madrine e testimonial di quest’edizione dell’evento la simpaticissima showgirl Raffaella Fico, affiancata dalla terza classificata al Festival di Sanremo 2016 e fresca icona della sicilianità Deborah Iurato. Le Istituzioni, dalla Regione Sicilia al Comune di Catania, non hanno fatto mancare il proprio sostegno e, come da programma, alle ore 10.30 il calcio di inizio è stato dato dal sindaco Enzo Bianco e dall’Assessore allo Sport, dott.ssa Valentina Scialfa. Passerella anche per i bambini delle scuole calcio e per le delegazioni degli studenti di Liceo che, numerosi,hanno abbracciato l’iniziativa. A sostegno della causa, anche le storiche bandiere rossazzure Armando Pantanelli, Gionatha Spinesi, Giuseppe Mascara, Orazio Russo, Giuseppe Colucci e Davide Baiocco, acclamatissime al loro ingresso in campo. A presentare e condurre l’iniziativa, “la voce dello stadio” Stefania Sberna affiancata da Johnny Leonardi.

A rappresentare la Sezione A.I.A. di Catania, con indiscutibile professionalità e impegno: gli A.E. Fortunato Papa serio, Luca Naselli, Claudio De Fazio edElia Salerno, collaborati dagli A.A. Michele Raspanti, Matteo Cardona, Davide Cicero, Diego Pernicone, Francesco Cacciola, Salvatore Debole. L’A.E.Fabio Consoli ha svolto le funzioni di quarto uomo. A loro va tributato il merito non solo dell’impeccabile direzione, ma anche di aver saputo mantenere un clima sereno e gioviale, all’insegna del divertimento, della sportività e della solidarietà. Tra goal, rigori e clamorose papere a vincere è stata ancora una volta la solidarietà, dentro e fuori dal campo. Quindi, un “grazie” è d’obbligo a Luca Napoli, che ha ripetuto l’impresa, nonché tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita di quest’ormai tradizionale appuntamento per aiutare chi ha bisogno grazie a una saporita ricetta a base di sport e sorrisi al “Massimino”.

© Riproduzione Riservata

Commenti