l'on. Vincenzo Garofalo
l'on. Vincenzo Garofalo

«Il Bambin Gesù deve restare a Taormina. E’ folle l’idea di trasferirlo a Palermo». Così si è espresso l’on. Vincenzo Garofalo, vicepresidente della Commissione trasporti della Camera dei deputati sulla prevista chiusura del Centro di Cardiochirurgia pediatrica attualmente sito presso l’ospedale San Vincenzo di Taormina.

«Il reparto di Cardiochirurgia pediatrica Bambin Gesù del San Vincenzo di Taormina non deve essere trasferito a Palermo. Gli esempi di buona sanità vanno preservati e valorizzati non smantellati – sottolinea Garofalo – Non si può ignorare quanto è stato costruito in questi anni. La vicenda va gestita con intelligenza. I numeri del reparto parlano di un centro d’eccellenza che è diventato punto di riferimento per l’utenza calabrese e siciliana. Trasferire il presidio significherebbe perdere parte di quella utenza, di certo quella calabrese che troverebbe più conveniente raggiungere Roma piuttosto che Palermo, con un serio vulnus al diritto alla salute e alla prossimità delle cure. Non solo. Si disperderebbe anche un patrimonio in termini di investimenti economici».

Costi. «In questi cinque anni – continua Garofalo – sono stati stanziati 11 milioni e mezzo di euro per questo reparto e non sorprende, anzi è condivisibile, che si pensi a inoltrare un esposto alla Corte dei Conti contro la Regione per danno erariale dal momento che quel patrimonio, in termini di macchinari e tecnologie, andrebbe perduto. Smantellare il reparto di Taormina – conclude Garofalo – significherebbe, infine, non tenere conto neanche del patrimonio di esperienza accumulato in questi anni da personale altamente qualificato e significherebbe gettare al macero una struttura all’avanguardia. La Regione torni sui suoi passi e dia per una volta prova di buona amministrazione prima che sia troppo tardi».

© Riproduzione Riservata

Commenti