Taormina, scuola Vittorino da Feltre
Taormina, scuola Vittorino da Feltre

Superato l’ultimo ostacolo verso il bando di gara per i lavori di ristrutturazione della ex scuola elementare “Vittorino da Feltre” di Taormina. La Giunta comunale ha deliberato, infatti, l’impegno di spesa in bilancio da circa 300 mila euro che occorre in termini di cofinanziamento per i lavori.

Cofinanziamento da 300 mila euro. La Regione, come si sa, ha previsto l’assegnazione in favore del Comune di Taormina di un milione 500 mila euro, e 322 mila euro è l’esatta somma che deve impiegare il Comune di Taormina come quota di cofinanziamento per gli interventi in oggetto. Sino a questo momento si erano registrate difficoltà a reperire la somma nel forziere di Palazzo dei Giurati e lo scenario che già si prospettava, tra le polemiche scatenatesi in città, era quello di una clamorosa perdita in extremis del finanziamento regionale. Tale scenario è stato scongiurato dall’atto con cui l’Esecutivo del sindaco Eligio Giardina ha assunto l’impegno che serviva a dare l’ok definitivo al recepimento del fondo ed all’espletamento del bando di gara. La notizia è stata confermata dal consigliere di opposizione del gruppo “ProgettiAmo Taormina”, Nunzio Corvaia, che di recente aveva bacchettato l’Amministrazione sulla vicenda e nella circostanza è intervenuto per fare un plauso alla svolta di queste ore.

Stanziamenti importanti per la comunità. «Ho attaccato tante volte l’assessore ai Lavori pubblici, Tanino Carella, ma per una volta lo ringrazio e ne parlo in termini positivi – ha detto Corvaia nel corso della seduta di Consiglio comunale svoltasi giovedì sera a Palazzo dei Giurati- perché abbiamo appreso che sono state stanziate dalla Giunta le somme per il bando di gara della “Vittorino da Feltre”. Avevamo detto in Consiglio di essere molto preoccupati per la possibile perdita del finanziamento. Oggi ringraziamo a nome della comunità e dei bambini, perché a volte con un pò di impegno si riescono a reperire le somme che occorrono per cose davvero importanti per la città».

I lavori. Il bando, in fase di preparazione, potrebbe essere pronto in tempi brevi. L’iter in questione punta alla ristrutturazione, l’adeguamento e messa a norma e quindi la rifunzionalizzazione dell’edificio dichiarato inagibile nell’autunno del 2004. Lo schema di gara, stando alle indicazioni della casa municipale, dovrebbe essere pronto entro fine giugno, e a quel punto potrebbe determinarsi l’avvio dei lavori tra la fine dell’anno o (più probabilmente) i primi mesi del 2017. L’aspettativa di tanti taorminesi è che venga riportata in piena attività una scuola che ha rappresentato per intere generazioni un punto di riferimento e la cui chiusura ha suscitato (e continua a suscitare a 12 anni di distanza) parecchie perplessità.

Iter lungo e complesso. Sino a questo momento, come si sa, gli studenti della scuola elementare sono stati spostati nella scuola media “Ugo Foscolo” di via dietro Cappuccini. Sono stati anni di convivenza non semplice, e vi è stata la necessità di adattare e far condividere negli stessi spazi due scuole ma tutto è andato per il meglio anche per l’impegno e la professionalità della dirigente del “Comprensivo 1”, la prof. Carla Santoro. In questi anni l’unica ala rimasta aperta della “Vittorino da Feltre” è stata quella che ospita i bambini della scuola materna. Si era parlato a più riprese di uno spostamento degli studenti al Capalc, all’ex scuola convitto albergo di contrada S.Antonio ma questa ipotesi non è mai decollata. La scuola Vittorino da Feltre ha scatenato roventi polemiche perché la chiusura per problemi di inagibilità, riferita alla normativa anti-sismica, ha suscitato da più parti perplessità ma ora pare concretamente avvicinarsi il momento della ristrutturazione. E già si ipotizza che, una volta sistemata proprio l’ex scuola elementare, a quel punto si potrebbe addirittura pensare alla previsione di un polo scolastico magari nella Vittorino da Feltre, spostando lì sia le elementari che le medie.

© Riproduzione Riservata

Commenti