Simone Costa, capitano allievi Sporting Taormina
Simone Costa, capitano allievi Sporting Taormina

Il capitano e bomber della squadra Allievi dello Sporting Taormina calcio, Simone Costa, che da poco ha vinto i play off provinciali di categoria, parla del campionato appena concluso che tante soddisfazioni ha regalato al team biancazzurro. Costa, quest’anno ha realizzato ben 13 reti, davanti ad Enrico Alecci (11) e a Mario Castorina Garcia (10) (quest’ultimo da Giovanissimo).

«Compagni di squadra straordinari». «Questo torneo, prima di tutto a me, ha dato l’opportunità di scoprire cosa si prova a sentirsi parte di una vera squadra. In qualsiasi momento, sia triste che gioioso, ho trovato accanto a me dei veri amici nonché compagni di squadra unici. All’inizio di questa stagione, ovviamente avevo dentro di me la speranza di arrivare alla grande vittoria che siamo riusciti a conquistare, però sapevo che non era assolutamente una cosa facile. Ho sempre cercato di metterci non solo la testa ma anche il cuore in tutto ciò che faccio, e tutti i miei sforzi e i miei sacrifici mi hanno portato a questa grande ricompensa: la vittoria».

Le dediche. «Ci tengo a dire che dedico questo successo a tre angeli che ci hanno seguito nella nostra avventura: la mamma di Manuele Strano, il padre di Gianluca Garufi e sopratutto a mio padre, che sicuramente, se fosse stato qui con me, mi avrebbe sostenuto e avrebbe creduto in me. Infine, vorrei ringraziare i due mister, Cateno Sgarlata e Walter Muscolino, che ci hanno seguito tutta la stagione nonostante i sacrifici; il direttore Antonio Gullotta senza il quale non credo saremmo riusciti ad arrivare a fin dove siamo adesso; e infine il presidente Mario Castorina che ha sempre creduto in noi, come fanno solo i grandi presidenti».

© Riproduzione Riservata

Commenti