Taormina, scuola Ugo Foscolo
Taormina, scuola Ugo Foscolo

Il Comune di Taormina prova a stringere i tempi per ultimare l’iter finalizzato all’avvio delle opere di recupero edilizio, messa a norma e adeguamento sismico della scuola Ugo Foscolo. Si tratta di lavori finanziati dalla Regione per circa 446 mila euro. Il 21 aprile scorso il professionista incaricato per l’impegno di Direzione Lavori, Misure e Contabilità dei lavori in oggetto, l’arch. Loredana Bonasera, aveva comunicato le proprie dimissioni dall’incarico.

L’iter e la battuta d’arresto. Preso atto di quella nota di quelle dimissioni, il sindaco ha deciso di conferire l’incarico della direzione lavori all’arch. Lucia Calandruccio, funzionario dell’Ufficio Tecnico comunale. Sarà lei ad occuparsi di sovrintendere gli interventi nel plesso scolastico di via dietro Cappuccini. Nell’apposita determina viene precisato che «nessuna spesa graverà sul bilancio comunale in quanto al pagamento degli emolumenti spettanti all’arch. Calandruccio in qualità di Direttore Lavori si farà fronte con le somme a disposizione dell’Amministrazione previste nel progetto». Si tratta di un intervento particolarmente atteso poiché, come si sa, dal 2004 oltretutto convivono nello stesso plesso scolastico alla Ugo Foscolo gli studenti della scuola media e quelli delle elementari, a seguito dell’avvenuta chiusura per motivi di inagibilità della “Vittorino da Feltre”.

Verso l’avvio delle opere. L’aumento della popolazione scolastica che condivide lo stesso edificio ha reso ancor più impellente la necessità di dotare la struttura di opportuni interventi atti a migliorarne la funzionalità complessiva. Una svolta affinché si possa al più presto dare inizio ai lavori è stata già sollecitata, per altro, dalla dirigente dell’Istituto Comprensivo 1, la prof. Carla Santoro, che attende insieme ai genitori degli studenti, l’avvio delle attività in questione. Rassicurazioni sono arrivate, in tal senso, dall’assessore ai Lavori pubblici, Gaetano Carella. L’avvenuta risoluzione della problematica dell’incarico per la direzione dei lavori, a questo punto, pare sbloccare in via definitiva la vicenda e si spera possa davvero essere vicino il momento in cui verranno avviate le opere nella scuola di via dietro Cappuccini.

© Riproduzione Riservata

Commenti