Castelmola ordinanza utilizzo agricoltura fitosanitari

Il Comune di Castelmola pensa alla salvaguardia dell’ambiente e dispone un’ordinanza a firma del vice sindaco, Pippo Falcone che obbliga chiunque, per scopi produttivi e non, ad utilizzare i prodotti fitosanitari in agricoltura (quali fitofarmaci, agrofarmaci, antiparassitari ed erbicidi) secondo le normative comunitarie, nazionali e regionali vigenti in materia.

Disposizioni e divieti. Il provvedimento dell’Amministrazione sovrintesa dal sindaco Orlando Russo dispone, in sostanza, che si debbano osservare le modalità d’impiego riportate nelle etichette delle confezioni o schede di sicurezza informative di tali prodotti, con particolare attenzione alle precauzioni individuali ed ambientali ed alle misure di sicurezza da adottare. È fatto, inoltre, assoluto divieto: di disperdere nell’ambiente e nelle fognature le acque di estinzione residue contaminate ed i contenitori dei singoli prodotti fitosanitari; preparare miscele per i trattamenti in corrispondenza dei punti di approvvigionamento d’acqua pubblici e di strade; utilizzare prodotti fitosanitari (quali fitofarmaci, agrofarmaci, antiparassitari ed erbicidi) all’interno del territorio comunale, come di seguito specificato e cioè, nel raggio di 30 metri dalle civili abitazioni, orti, cortili con piante da frutto e animali, nel raggio di 200 metri da sorgenti e pozzi che alimentano gli acquedotti comunali; nel raggio di 30 metri da fontane pubbliche e dai fontanili per abbeveraggio animali; per una fascia di rispetto di 10 metri dai corsi d’acqua pubblici (fossi e scoline pubbliche) per una fascia di 10 metri dalle strade provinciali e comunali di uso pubblico all’interno del territorio comunale; per i trasgressori sono previste azioni penali e multe da 25 euro fino ad un massimo di 500 euro.

© Riproduzione Riservata

Commenti