Su Maria Teresa Papale Giù Costa

Su – Il comitato “Beehives”. L’associazione di cittadini scende in campo per la villa comunale e punta a salvare le torrette. Bel segnale di cittadinanza attiva, idee chiare e cuore taorminese. Perché le vere battaglie si fanno con i fatti e non a parole.

Su – Alessandra Caruso. Un anno dopo le dimissioni, l’ex assessore si rimette in gioco e prende in mano il progetto “Tao for families”, per affermare i diritti civili di ogni individuo. La professoressa torna in politica per una battaglia sociale, con passione e senza prebende.

Su – Dino e Maria Teresa Papale. Fratello e sorella impugnano la spada sui social network e danno “battaglia” a suon di commenti Taormina Arte. Dino attacca la Regione, Maria Teresa difende i lavoratori. Via Teatro Greco alza le barricate: l’ultimo avamposto della resa dei conti tra Taormina e Palermo.

Su – Alfio Auteri. Il Presidente della fondazione Mazzullo deve fare i conti con una disponibilità economica prossima allo zero… Ma lui non si abbatte, ed in collaborazione con i privati riesce ad ottenere per l’ente culturale tante piccole “conquiste” … Ultimo, in ordine di tempo, il sistema di videosorveglianza per il palazzo. Battagliero.

Giù – Pippo Manuli. Tuoni, fulmini e saette da Cuculunazzo sull’Amministrazione comunale per 3 anni, poi un bel giorno di fine aprile ecco la nomina ad esperto formalizzata dal sindaco. Il popolo del web “bacchetta” Manuli senza pietà, lui incassa e replica con stile. Folgorato sulla via di Damasco, convertito in Corso Umberto. Buon lavoro!

Giù – Alessandro Gaglio. Il Comune lo fa “penare” per il placet ai lavori nei campetti, ma lui non risparmia altre, ennesime, frecciate agli amministratori. Quanto dovrà ancora durare la polemica sulla piscina? Ma non è il caso di sedersi a un tavolo, dirsene di tutti i colori e poi stringersi la mano?

Giù – Renzi. Il premier arriva in Sicilia, firma il Patto per Catania e la spara grossa: «questa è la Milano del Mezzogiorno». Lunga vita alla bellissima Catania, ma il premier pur di rimpolpare il serbatoio elettorale si cimenta in un campionario di luoghi comuni da brividi: «I problemi? Non mancano ma il mondo chiede bellezza…». Lo vada a raccontare a chi non arriva alla fine del mese….

Giù – Carmelo Costa. Il manager a proposito della gestione dei privati del Teatro antico, punta il dito contro i dipendenti di Taormina Arte: «…state buttando veleno gratuito e pieno di menzogne su una operazione di salvataggio della stagione e degli spettacoli». Forse un po’ di tatto in più, visto il delicato momento che sta attraversando la kermesse, sarebbe stato davvero gradito…

© Riproduzione Riservata

Commenti