Anna Abramo, direttore della riserva naturale Isola Bella
Anna Abramo, direttore della riserva naturale Isola Bella

«Credo che ieri si sia scritta una pagina di politica autentica per il territorio di Taormina». Anna Abramo, direttore della Riserva naturale di Isola Bella, commenta così il vertice operativo svoltosi ieri mattina ad Isola Bella tra i rappresentanti degli assessorati regionali, Territorio e Ambiente e Beni culturali e Identità siciliana, e l’Amministrazione comunale di Taormina.«E’ stato un incontro importante dove ognuno ha fatto la propria parte, mettendo insieme tutte le competenze necessarie – spiega la direttrice della riserva naturale – per preservare e valorizzare un bene inestimabile. Non c’era bisogno di arrivare ad un ricorso per affrontare quello che la politica ieri ha saputo gestire apportando un notevole contributo per risolvere la questione dell’introduzione di un nuovo ticket ad Isola Bella».

«La politica è riuscita a riportare tutto nella giusta dimensione». L’intesa con la Regione è stata raggiunta: non si pagherà un nuovo ticket d’ingresso alla spiaggia(zona B, pre-riserva) ma verrà previsto un rivisitato l’importo del biglietto già previsto per l’accesso all’isolotto (zona A, area protetta).«Sarà un maggiorazione minima, affrontabile da chiunque – spiega la direttrice della riserva naturale – che non intaccherà l’attività degli operatori economici». Il prossimo passaggio sarà un tavolo tecnico con i rappresentanti dei due assessorati regionali, del Cutgana, del Comune di Taormina, delle associazioni e degli operatori turistici. «La nostra disponibilità e partecipazione al tavolo tecnico sarà totale – continua Anna Abramo – ma sempre confrontandoci con le istituzioni del territorio, nel rispetto della preziosa azione di mediazione svolta dal vicesindaco Mario D’agostino. L’ente gestore continuerà a svolgere la propria funzione mantenendo la massima attenzione ed evitando ogni possibile abuso illegalità al di là di quelle che possano essere le pressioni ricevute».

Isola Bella volano per il territorio–«Un passaggio fondamentale della riunione di ieri è stato quando l’onorevole Picciolo e l’Assessore Croce hanno offerto a Taormina il proprio contributo, appoggio e disponibilità a svolgere nel tempo un’azione costruttiva per il territorio». Sono state, quindi, gettate le basi per un percorso condiviso che coniughi le esigenze di tutela con la valorizzazione e lo sviluppo economico di Isola Bella e di Taormina.«La preoccupazione dell’ente gestore e degli assessorati – continua Anna Abramo – è che tutte le azioni convergano sulla conservazione e tutela di un piano paesaggistico che riesca a far diventare, come giusto che sia, Isola Bella un volano per il territorio dal punto di vista turistico, paesaggistico e naturalistico».  I rappresentanti del governo regionale hanno fornito al Comune delle indicazioni per inserire Isola Bella e l’intero comprensorio in circuiti di valorizzazione e promozione nazionali ed internazionali. «In questa circostanza abbiamo avuto modo di far conoscere il nostro ultimo lavoro – continua Anna Abramo – Il progetto Cet, realizzato in collaborazione con una università inglese, porta Isola Bella, i suoi percorsi e il territorio in un progetto internazionale di fruizione sostenibile dei circuiti EcoTuristici». Con un tour virtuale è possibile ammirare le bellezze naturalistiche e paesaggistiche di Isola Bella. «Il nostro progetto – conclude la direttrice della riserva – vuole conservare e tutelare il bene, che è la funzione primaria a cui siamo preposti, migliorandone qualitativamente la fruizione».

© Riproduzione Riservata

Commenti