Funivia, riapertura e chiusura immediata per un guasto elettrico
Funivia di Taormina

Riapertura e chiusura immediata per la funivia di collegamento tra Taormina centro e Mazzarò. L’impianto è tornato alle ore 7.45 di oggi in attività dopo otto mesi di stop, poi però si è subito registrato il “fuori programma” di un guasto palesatosi intorno alle 13.30 e ha costretto gli addetti ai lavori dell’Azienda Servizi Municipalizzati a chiudere la funivia. Si è cosi verificato una inattesa battuta d’arresto che ha spiazzato l’utenza e ha sorpreso in particolare i turisti che non hanno avuto modo di spostarsi con le cabine dell’impianto su fune. Asm ha attivato nuovamente il servizio bus sostitutivo tramite bus navetta che era stato posto in funzione in questi mesi in cui la funivia era rimasta chiusa a seguito della frana che nel settembre 2015 ha investito il piazzale di Mazzarò e la stazione funiviaria.

Il guasto verificatosi, a quanto pare, è di natura elettrica. Il problema adesso sta nel reperire in tempi stretti i necessari ricambi per le parti non funzionanti: l’auspicio è che nella mattinata di mercoledì si possa tornare alla normalità. La riapertura della funivia era stata salutata con soddisfazione dall’Amministrazione e dalle forze imprenditoriali locali, con la speranza di una svolta poiché il complesso di trasporto rappresenta il collegamento diretto della zona a mare e quindi dei rinomati alberghi dislocati sulla costa di Taormina, con il centro storico.

Sulla nuova chiusura della funivia protestano, intanto, proprio gli albergatori. «E’ inammissibile quanto avvenuto nella giornata di martedì – ha detto il presidente dell’Associazione Albergatori di Taormina, Italo Mennella, che non fa mistero del suo disappunto -. I guasti possono capitare, ovviamente, ma dopo un periodo cosi lungo e dopo tutti i test ed il collaudo della scorsa settimana ci aspettavamo perlomeno che si riuscisse a evitare un problema del genere il giorno della riapertura. I clienti degli hotel si sono lamentati, abbiamo ricevuto anche diverse email dalla tarda mattinata sino a tutto il pomeriggio, ed è una chiusura che crea un danno di immagine alla nostra industria turistica e alla percezione da parte del turista stesso della funzionalità dei servizi della nostra città. Confidiamo in una riapertura immediata. Ci auguriamo che queste spiacevoli situazioni non si ripetano ora nel corso della stagione turistica e quindi nei mesi di maggiore rilievo dell’anno».

© Riproduzione Riservata

Commenti