Funivia Taormina
Funivia di Taormina

Esito positivo per il collaudo della funivia Taormina effettuato dai tecnici dell’Ustif. I funzionari dell’Ufficio speciale trasporti a Impianti Fissi del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti hanno dato parere positivo alla situazione dell’impianto funiviario che fu investito da da una frana lo scorso 9 settembre e che è stato poi ristrutturato e ammodernato. Il collaudo è stato seguito dal Comandante Agostino Pappalardo, commissario liquidatore dell’Azienda Servizi Municipalizzati, e dall’ingegnere Sergio Sottile, direttore di esercizio della funivia.

Conto alla rovescia per la riapertura. A questo punto sta per concludersi la lunga attesa che è durata otto mesi e pare finalmente superata la fase di impasse che aveva preoccupato soprattutto gli operatori economici della zona ma anche i vertici di Asm, visto che l’azienda ha patito in tutto questo arco temporale ha dovuto patire una sofferenza finanziaria in bilancio pari a circa 600 mila euro. In questi mesi sono stati sostituiti i motori danneggiati, è stata sostituita la fune e diversi altri pezzi che erano stati danneggiati dalla “bomba di fango” che dal vicino costone sovrastante Mazzarò ha investito la stazione a mare della funivia. Sono stati anche sostituiti i computer e la strumentazione che regola la funzionalità dell’intero impianto, ora posizionati in una apposita struttura realizzata in posizione meno esposta alle intemperie rispetto a prima per proteggere in modo più efficace il “cervello” della funivia.

L’estate è alle porte. Adesso la riapertura sembra una questione di giorni, se non di ore. La riapertura al pubblico è attesa per la settimana entrante ma non si esclude che possa già concretizzarsi tra lunedì e martedì. Si tratta, insomma, di espletare qualche residuo passaggio burocratico prettamente formale ma lo scoglio più importante risulta superato visto che Ustif ha dato il placet alla riapertura della funivia di Taormina. Come si sa, si contava di avere a disposizione la funivia già il mese scorso nel periodo di Pasqua: alle porte di maggio, con un mese di ritardo, si sta avvicinando il momento della ripartenza dell’impianto, con soddisfazione di commercianti e albergatori che hanno seguito con apprensione gli sviluppi della vicenda. La data della riapertura verrà comunicata da Asm nelle prossime ore.

© Riproduzione Riservata

Commenti