Chico's Run 2016, la piccola Francesca Sferra aiutata dal podista Salvatore Ferrara
La piccola Francesca Sferra aiutata dal podista Salvatore Ferrara in un tripudio di applausi - Foto di Angelo Nicita

«Che lo sport ti dia forza interiore come l’ha data a me». La citazione che campeggia al centro, sullo sfondo giallo dell’attestato di partecipazione della 15esima edizione della “Chico’s Run” porta la firma di Chico Scimone. E chissà oggi come si sarebbe sentito orgoglioso di quelle poche, ma intense parole il grande maratoneta, vedendo Francesca Sferra, la bambina con qualche difficoltà fisica, correre e tagliare il traguardo in un tripudio di applausi. Francesca ci ha restituito il senso dello sport come metafora di vita. La madre Patrizia, al telefono, ci ha confidato subito la grande voglia di partecipare della bambina, ma anche la sua preoccupazione e la sua paura di vedere la figlia non farcela: «Francesca voleva partecipare anche se consapevole che non avrebbe potuto competere con gli altri bambini. E’ stata lei a convincermi ed io ho così compreso il senso della sua partecipazione. Hanno organizzato una gara solo per lei. Oggi è un giorno che ricorderò per sempre».

L’evento in memoria di Chico Scimone. Grazie alla Fidapa di Taormina, anche quest’anno, si è svolta la tradizionale gara podistica per bambini dalla prima alla quinta elementare dell’Istituto Comprensivo di Taormina per ricordare la figura di Chico Scimone. «Una bella giornata di sole – ha dichiarato la presidente della Fidapa Taormina, Paola Costa – ha baciato gli oltre 80 bambini che hanno aderito alla manifestazione sportiva». La manifestazione è giunta alla sua 15esima edizione ed è da undici anni dedicata al grande maestro e noto maratoneta. Chico che detiene il record mondiale della gara internazionale della scalata dei 1576 gradini degli 86 piani dell’Empire State Building di New York, avendolo scalato sin dal 1984 (a 72 anni in 21′ e 13) più volte di tutti sino al 1º febbraio 2005 (a 94 anni in 49′ e 28) è il fondatore insieme alla tennista Evelyne Papale Terras, fondatrice della Women’s Tennis Association, del famoso “tuffo a mare”, una tradizione che si ripete ancora oggi ogni capodanno e annovera centinaia di partecipanti. Una figura diventata punto di riferimento per tutti i giovani taorminesi amanti dello sport.

Il momento della premiazione. Al centro la piccola Francesca Sferra - Foto di Vincenzo Rao
Il momento della premiazione. Al centro della foto la piccola Francesca Sferra – Foto di Vincenzo Rao

La classifica “Chico’s Run” 2016. Prima classe elementare (bambine): 1) Paola Baratta; 2) Elisa Spartà. Prima classe elementare (bambini): 1) Giulio Cundari; 2) Diego Cacopardo; 3) Nicola D’Arienzo. Seconda classe elementare (bambine): 1) Hanne Salsa; 2) Karen Gullo; 3) Sofia La Manna. Seconda classe elementare (bambini): 1) Alessandro Palazzolo; 2) Victor Di Pasquale; 3) Christian Scimone. Terza classe elementare (bambine): 1) Rosa Torrisi; 2) Ofelia Ponturo; 3) Costanza Palazzolo. Terza classe elementare (bambini): 1) Giuseppe Loria; 2) Tommaso Raneri; 3) Daniel Ferrari. Quarta classe elementare (bambine): 1) Nicole Baratta; 2) Joyce Lo Giudice; 3) Giorgia Mirabile. Quarta classe elementare (bambini): 1) Francesco Stracuzzi; 2) Giulio Spartà; 3) Giordano Privitera. Quinta classe elementare (bambine): 1) Viola Lo Giudice; 2) Graziana Scavo; 3) Serena Parisi. Quinta classe elementare (bambini): 1) Federico Ponturo; 2) Alessandro Scimone; 3) Gabriele Ponturo. Premio speciale a Francesca Sferra.

Un premio speciale. Ma il premio più importante della “Chico’s Run” 2016 l’ha vinto Francesca Sferra, che mano nella mano con il podista Salvatore Ferrara è riuscita a tagliare il traguardo e restituirci il profondo significato di quelle parole di Chico: «Che lo sport ti dia forza interiore come l’ha data a me».

© Riproduzione Riservata

Commenti