Taormina delenda est

0
968

Gli ultimi avvenimenti “politici” danno chiaro il senso di un fallimento amministrativo totale; in tre anni di governo non si è fatto nulla, dimenticate le dichiarazioni roboanti della campagna elettorale, primo tra tutti che la giunta e gli amministratori designati non avrebbero preso le varie indennità… infatti la prendono tutti… e nessuno glielo ricorda? Era la cosa più facile da mantenere, ma si son ben guardati dal farlo!

Nessun intervento nel campo dell’urbanistica e tutela del territorio.. di peggio il Piano Regolatore (V.G.di piano) inviata a Palermo a metà degli anni 2000 stravolta illecitamente da una miriade di emendamenti, un anno fa è stata rispedita al mittente perché improponibile.. e che fa l’esecutivo… la serra in un cassetto, come se nulla fosse, inaudito!

La gestione del patrimonio langue, l’esecutivo non vuole redigere un regolamento per poi inviarlo al Consiglio..nulla gli sta bene così..impera la discrezionalità e i frutti di tale comportamento sono ben visibili.

La situazione finanziaria dell’Ente affrontata con una superficialità “esilarante” nonostante i molti incarichi dati ad esperti e avvocati, tamponata con un assurda pressione tributaria, che a quanto dicono non sta dando i frutti sperati e che comunque non va ad affrontare le radici del problema che sono la spesa corrente e la riorganizzazione del personale, così come più volte indicato dagli organi di controllo, l’esempio più eclatante è la situazione della municipalizzata(A. S. M.) e delle varie partecipate!

La viabilità in un caos totale, la città invasa da macchine in ogni dove..dalla piazza Duomo alle vie interne, un lungo serpentone meccanico l’avvolge stritolandola lentamente.. tutto lasciato andare, per non parlare del decoro e dell’Isola Bella, senza dimenticare la vicenda della Domus Romana ormai dimenticata da chi invece se ne dovrebbe preoccupare.

Ciliegina è la vicenda Tao-Arte..di cui si è avuta rappresentazione nel consiglio Comunale di giovedì scorso che non necessità di alcun commento se non quello di dire che si sta svendendo la città, come avvenuto per il Teatro Greco con l’assurda decisione di entrare nel Parco Archeologico Naxos.. portando, Noi, in dono il Teatro Greco e tutti i nostri siti dalle Naumachie al Castello appena restaurato di Madonna della Rocca, ancora non si capisce il perché.

Alla luce di queste considerazioni, non ci resta che dire:
Taormina delenda est

Giuseppe Manuli
già amministratore di questa città.

SHARE