Le visite del primo trimestre del 2016 confermano la bontà delle scelte editoriali. Con 337,104 mila visite registrate a gennaio, febbraio e marzo, TaorminaToday si conferma la testata online più letta in tutto il comprensorio di Taormina, ma anche a livello nazionale non mancano le conferme. Secondo l’autorevole classifica Alexa (l’azienda statunitense di Amazon che si occupa di statistiche sul traffico di Internet), blogtaormina.it (in attesa del trasferimento definitivo al nuovo dominio taorminatoday.it) è da annoverare tra i primi 3,5 mila siti italiani.

Ma ritorniamo ai dati e ripartiamo dal +6,39% registrato rispetto all’ultimo trimestre del 2015 e, un impressionante +84,49% rispetto allo stesso trimestre del 2015. Quest’ultimo dato deve però tenere conto che tra il dicembre 2014 e gennaio 2015 si sono svolte le trattative di cessione della testata digitale con il passaggio di proprietà dal fondatore Maurizio Andreanò – che ne ha mantenuto la gestione editoriale – al presidente dell’associazione Albergatori Taormina e vicepresidente della Federalberghi Sicilia Italo Mennella. Se il 2015 si è chiuso con un risultato a sei zeri (1.051.475 visite), i numeri già registrati nel primo trimestre 2016 fanno presagire un anno da record!

Chi sono i lettori di TaorminaToday? Sono un po’ più le donne (55,6%) rispetto agli uomini (44,4%). In Italia leggono da Roma, Milano, Catania, Palermo e naturalmente da Taormina, Giardini Naxos, Castelmola, Letojanni e tutto il comprensorio. Dall’estero crescono i lettori dalla Germania, Stai Uniti e Regno Unito. Utilizzano, per lo più, uno smartphone (54,77%) e arrivano sugli articoli da ricerche Google (37,6%), dai social (35%) o direttamente digitandone l’indirizzo web sul browser (21,5%). Ci sono molti nuovi lettori (56,5%) ma tantissimi habitué (43,5%). Un dato che conferma il forte legame dei lettori verso il proprio giornale locale. Cresce anche il coinvolgimento sui canali collegati alla testata: superati 15.200 “Mi piace” sulla pagina Facebook e le 330 mila visualizzazioni sul canale YouTube.

Report Visite Primo Trimestre 2016

© Riproduzione Riservata

Commenti