Tempi ancora lunghi per l’attivazione del campo da golf a Trappitello. I terreni nei contrada Vareggio i lavori stanno, infatti, procedendo a rilento e c’è ancora incertezza nelle previsioni riguardanti il momento in cui potrà essere battezzato il complesso ricettivo con annesso green che il Comune di Taormina ha autorizzato nell’autunno del 2006. Sui ritardi pesano ancora una volta gli strascichi dell’alluvione che il 9 novembre 2011 devastò i terreni di Vareggio e rovinò la gran parte delle opere che erano state sino a quel momento realizzate ed in primis che il campo che era quasi pronto con tanto di buche già approntate. Il Comune di Taormina, come si sa, ha già rilasciato alla società “Off Side” il via libera alla proroga della vecchia concessione e ha dato il relativo placet per la ripartenza delle opere che si erano fermate a lungo dopo l’alluvione. I lavori sono ripresi ma non ancora a pieno ritmo, perché nel frattempo la proprietà del complesso ha dovuto fare i conti con i danni subiti anche sul piano economico-finanziario negli anni del fermo-cantiere. Nello specifico la “Off Side” si è dovuta attivare per recuperare i finanziamenti per le opere e si è imbattuta nelle lungaggini burocratiche che in questi casi sono spesso
una consuetudine in Italia.

Interventi su due fronti. E’ dunque un lento e graduale ritorno alla normalità quello che sta accompagnando il cantiere di contrada Vareggio dove si conta di poter stringere al più presto i tempi e avere la possibilità di intervenire a pieno regime per portare a compimento le opere previste. Si sta intervenendo su due fronti, quello che riguarda il completamento della parte turistico-ricettiva, e quello che concerne il campo da golf. Prosegue, insomma, la lunga attesa verso l’apertura del “Corinthia Golf & Spa Resort Taormina”: così si chiamerà il complesso che verrà gestito dalla prestigiosa catena internazionale “Corinthia Hotels”. L’opera che si estende su 616.000 mq, ricordiamo, sarà caratterizzata da un campo da golf a 18 buche e, per quanto attiene la parte turistico-ricettiva invece da 130 camere e suite, 158 unità residenziali, dotati di servizi su quattro piani e una club house internazionale. Previsti anche due ristoranti, tre bar, piscine interne e all’aperto, un centro benessere, una spa, e sei sale riunioni.

Nessun collegamento con il “caso acqua”. Intanto i responsabili del campo da golf nei giorni scorsi hanno preso parte anche loro al sopralluogo ai pozzi del Genio Civile, dando collaborazione e cercando di contribuire alla risoluzione del “mistero” dell’acqua torbida a Trappitello che ha visto finire al centro delle polemiche in questi anni anche i lavori di contrada Vareggio. Si è ipotizzato, a più riprese, che i disagi possano avere origine in qualche modo da qualche problematica legata agli interventi in corso al golf, a pochi passi dai pozzi di contrada Santa Filomena, ma sino a questo momento non sono mai emersi elementi in grado di collegare le due cose. E nelle prossime settimane il Comune andrà a scandagliare i pozzi con le telecamere per provare a far luce in via definitiva su questa vicenda che si trascina da ormai quattro anni.

© Riproduzione Riservata

Commenti