«La risoluzione del problema dell’ acqua torbida deve avere dei tempi certi e soprattutto non ci può più essere nessuna perdita di tempo perché la salute pubblica di più di 5 mila abitanti della frazione di Trappitello non deve essere esposta a rischi legati a ritardi e strade non percorse». Lo afferma l’esponente del Meetup Taormina del Movimento Cinque Stelle Rosario Puglia, che invita il Comune a stringere i tempi per la risoluzione dell’emergenza sulla quale nei giorni scorsi c’è stato un sopralluogo ai pozzi del Genio Civile e del deputato regionale Valentina Zafarana, portavoce del M5S.

Il documento a tutela dei cittadini. «Gli attivisti del Meetup Taormina – si legge in una nota – sono concordi con la linea suggerita nei giorni scorsi nel corso del sopralluogo ai pozzi di contrada Santa Filomena dalla nostra portavoce di proseguire per gradi per escludere qualsiasi responsabilità da parte del Comune di Taormina e accertare se vi sia o no un deterioramento dei pozzi di pescaggio delle acque. Ora bisogna soprattutto far luce sullo stato di “salute” degli apparati e ci auguriamo che venga rispettata la promessa fatta dall’assessore Carella di istituire un pool per la ricerca di eventuali pozzi abusivi nell’area intorno ai pozzi di captazione. Tutto questo dovrà avere dei tempi certi e senza perdita di tempo perché la salute pubblica di più di 5000 abitanti di Trappitello non deve essere esposta a rischi legati a ritardi e strade non percorse. Il Meetup Taormina sta seguendo da vicino la questione e per questo ha accompagnato alla presenza degli attivisti Rosario Puglia, Rosario Puglia, Orazio Sterrantino e Giuseppe D’Angelo, la nostra Portavoce Valentina Zafarana durante l’ispezione del 6 aprile scorso. Il Meetup Taormina, come i vertici regionali del M5S, vuole che il problema sia risolto e che ad eventuali responsabilità vi sia una presa di posizione e provvedimenti seri da parte delle istituzioni comunali».

© Riproduzione Riservata

Commenti