Possibile giornata cruciale oggi nella querelle sul transito dei bus nel centro storico di Taormina e verso Castelmola. E’ infatti in agenda in mattinata a Palazzo dei Giurati una conferenza dei servizi indetta alla presenza dei rappresentanti dei due Comuni, e della Regione (assessorato alle Infrastrutture e Trasporti), l’ex Provincia di Messina e e le altro imprese di trasporti maggiormente interessate dalla questione, ovvero Maicor di Giarre, Sat Group di Taormina, Etna Trasporti di Catania e Interbus di Enna. Nodo della vicenda che si cercherà di dirimere al tavolo odierno, e’ la volontà del Comune di Taormina di stoppare il passaggio dei pullman in via San Pancrazio, che ha allarmato il vicino Comune di Castelmola interessato da vicino dalle dinamiche della medesima tratta per i bus turistici. In queste ore si va verso una intesa tra i Comuni che prevedrebbe la deviazione del transito degli autobus, col doppio senso di circolazione, interamente sulla via Pirandello, arteria taorminese di competenza provinciale.

Il documento della Regione. Una nota, intanto, e’ stata recapitata nelle scorse ore a tutti i citati enti interessati proprio dall’assessorato regionale alle Infrastrutture e la Mobilità. «Come concordato per le vie brevi, con il Comune di Taormina – si legge nella nota -, al fine di risolvere la problematica scaturita con ordinanza sindacale del Comune n.10 del 2 febbraio 2016, relativamente al transito degli autobus di linea regionali, all’interno del territorio comunale di Taormina, – ordinanza che ha avuto refluenze anche sui collegamenti con Castelmola – si comunica che e’ indetta una conferenza dei servizi per il giorno 8 aprile presso il Comune di Taormina. Al termine della conferenza dei servizi si effettuerà, eventualmente, un sopralluogo tecnico, ai sensi del D.P.R. 11 luglio 1980 n.753, per valutare i possibili percorsi da autorizzare per il disimpegno dei collegamenti a carattere regionale interessanti i territori in oggetto».

© Riproduzione Riservata

Commenti