Andrea Carpita, direttore sportivo dell'Atletico Taormina
Andrea Carpita, direttore sportivo dell'Atletico Taormina

L’Atletico Taormina calcio sarà di scena domenica pomeriggio (ore 16) a Piedimonte per la semifinale dei play off del campionato di Seconda categoria. Per i biancorossi allenati da Carlo Costantino è il giusto premio dopo un campionato straordinario, che ha visto la squadra del presidente Maurizio Musumeci classificarsi al quarto posto in graduatoria.

Quarta volta consecutiva agli spareggi-promozione.  «Anche quest’anno – spiega il direttore sportivo Andrea Carpita – disputeremo per la quarta volta consecutiva gli spareggi promozione. E’ stato un campionato un po’ particolare perché ad inizio anno avevamo molti giocatori squalificati, reduci da sentenze del giudice sportivo della stagione precedente. Alla fine siamo arrivati a soli 5 punti dal primo posto e a 3 punti dalle seconde. E’ stato un peccato aver perso gli scontri diretti a Nizza e a Linguaglossa. Contro il Piedimonte sarà una partita molto dura e combattuta perché gli etnei sono un’ottima squadra che ha come caratteristica principale la grinta che mettono su tutte le palle».

Atletico ai primi posti della Coppa Disciplina. «Io ci tengo a sottolineare che quest’anno, oltre ad avere giocato un buon campionato – continua Carpita – ci troviamo nelle prime posizioni della Coppa Disciplina e faccio presente che in casa abbiamo rimediato solo 5 ammonizioni in tutto il torneo. Quello che è accaduto l’anno scorso nella finale play off persa a Taormina è stato solo un caso. A poche ore dalla partita, il mio pensiero e quello del presidente Maurizio Musumeci va ai ragazzi ai box per squalifica. Mi riferisco in particolare a Giorgio Siligato, Davide Trovato, Saro Noce e Andrea Faraci. Giocheremo e cercheremo di fare il nostro meglio soprattutto per loro. Per i sacrifici sostenuti dallo scorso mese di agosto a oggi ringrazio tutti i ragazzi che hanno fatto parte di questo meraviglioso gruppo, amici veri dentro e fuori dal campo. Un grazie anche a mister Costantino e a mister Cacciatore e un pensiero particolare al nostro grande amico Jack».

© Riproduzione Riservata

Commenti