"La Vergine delle Rocce" di Leonardo da Vinci (Musée du Louvre, Parigi)

Le Associazioni Palma Vitae e Fildis, di Castelvetrano, hanno organizzato a Taormina, presso il Palazzo Duchi di Santo Stefano, sede della Fondazione Mazzullo, una lectio magistralis di uno dei più grandi (se non il più grande) iconologi di fama internazionale del momento, il prof. Rodolfo Papa, artista, pittore, scultore, storico e filosofo dell’arte, docente presso la Pontificia Università Urbaniana di Roma, Accademico Ordinario della Pontificia Insigne Accademia di Belle Arti e Lettere dei Virtuosi al Pantheon. Le due associazioni castelvetranesi, che hanno in comune l’attenzione alle tematiche femminili, sono fra le più affermate nel loro territorio per iniziative culturali intraprese e condotte a termine, con serietà, impegno e determinazione.

La Fildis è una associazione culturale, membro dell’IFUW (International Federation University Women), nata a Londra nel 1919. In Italia è stata costituita a Roma nel 1922 (Federazione Italiana Laureate e Diplomate di Istituti Superiori) e riunisce donne laureate italiane e straniere residenti in Italia, e donne diplomate in Istituti Superiori di grado universitario. Tra i propri scopi vi è quello di promuovere la cooperazione tra le donne laureate di tutto il mondo; incoraggiare le socie nei loro studi, tutelare e valorizzare la loro attività professionale, interessarle ai problemi sociali, in particolare quelli riguardanti la promozione culturale; collaborare con altre organizzazioni femminili nazionali nello studio dei problemi sociali operando per la loro soluzione. In quest’ottica di collaborazione è partito un progetto condiviso con un’associazione giovane di Castelvetrano, Palma Vitae, nata a sostegno delle donne in difficoltà e vittime di violenza, che – oltre a fornire servizi di consulenza psicosociale e legale alle donne – si occupa di promuovere una nuova cultura del femminile, improntata al riconoscimento del proprio sé come risorsa e strumento per affrontare e risolvere le proprie difficoltà.

Il messaggio culturale trasmesso è quello di rendere le donne consapevoli del proprio valore e della propria bellezza autentica, la bellezza dell’Essere Donna. Grazie al patrocinio del Comune di Taormina ed a quello della Fondazione Mazzullo, della Fidapa di Taormina e Messina e di tanti altri, Palma Vitae e Fildis sono liete di presentare una lectio magistralis del prof. Rodolfo Papa. Si tratterà di una lettura iconologica della “Vergine delle Rocce”, nella quale verrà affrontato il più grande e bello dei temi specificamente femminili, la maternità, secondo la dimensione fisiologica, psicologica, spirituale, culturale.

«La Vergine delle Rocce dipinta da Leonardo per una chiesa milanese ed ora conservata nel museo del Louvre, è da sempre considerata a ragione uno dei più grandi capolavori della storia dell’arte», afferma il prof. Papa, felice di tenere per la prima volta una lezione a Taormina. «Mostrerò tutti i profondi significati che essa contiene e arriveremo a svelare il significato più intimo in essa depositato. La natura, l’arte e la bellezza sono convocate da Leonardo da Vinci per cantare la maternità di Maria in un modo talmente profondo che la comprensione del significato di questo quadro si muta in contemplazione estatica dell’Incarnazione. Per questi e per altri motivi, scopriremo il senso della gravidanza e della maternità in una delle più belle rappresentazioni artistiche di tutti i tempi». L’evento si colloca nell’ambito dell’iniziativa “Rodolfo Papa in Sicilia”, avviata ad ottobre 2013, di cui esiste una specifica pagina Facebook. Quella del 9 aprile sarà la prima tappa a Taormina della nuova tournée siciliana.

© Riproduzione Riservata

Commenti