Giocatori storici del Trappitello Calcio
Giocatori storici del Trappitello Calcio

Rimpatriata del Trappitello calcio. Alcuni ex giocatori della storica squadra presieduta da Felice Munafò, infatti, si sono rivisti per ricordare le splendide stagioni che hanno visto il Trappitello calcio protagonista nei campionati di Promozione e Prima categoria.

Dream team – «Insieme agli amici Gaetano Barbagallo, Giancarlo Fichera, Alfio Messina, Salvo Trefiletti, Graziano Cantarella, Luca Mangano e Giuseppe Ciccia – ha spiegato il bomber Marco Calì, soprannominato negli ambienti sportivi il Re Leone – ci siamo rivisti e abbiamo ricordato le imprese di quella fantastica formazione seguita da tanti tifosi in casa e in trasferta. Dall’anno della Promozione, tra noi giocatori è nato qualcosa di magico, si è creato un rapporto che continua al di là dello sport. Personalmente sono molto rammaricato che il Trappitello sia scomparso e se ci sarà la possibilità che ritorni il calcio nella frazione sarò il primo a poter dare il mio contributo».

«Una squadra con giocatori di assoluto valore» – «Eravamo una macchina da guerra, con giocatori che non solo io definisco di altissimo livello. Su tutti devo nominare Graziano Peri e Santo Torre, due professionisti sul vero senso della parola con cui ho avuto il grande onore di giocare insieme. Peri in una sola stagione ha segnato ben 46 reti, tra cui circa 30 su calcio piazzato. Santo Torre è un calciatore esemplare, si preparava alle partite nello stesso modo in cui giocava nei professionisti, era il faro della squadra. Poi c’erano altri fior di giocatori come Alessandro Monforte, Francesco Testa ed Alex Zenga Ruggeri».

«Mister Fichera un lusso per queste categorie» – «Tutto ciò sotto la direzione di mister Giancarlo Fichera, un guru del calcio siciliano. Senza presunzione posso affermare che è difficile trovare un allenatore più preparato di lui in queste categorie. La società, all’epoca, ha sostenuto enormi sacrifici. Una parola in più la spendo per il presidente Munafo e per i dirigenti Salvatore Ferrara e Peppe Sterrantino, che hanno messo l’anima in questa squadra».

© Riproduzione Riservata

Commenti