Ospedale, albergatori di Taormina ai grillini sui soggiorni cari per le famiglie
Italo Mennella, presidente Associazione Albergatori di Taormina

Sul piede di guerra – Il dietrofront del Movimento Cinque Stelle non placa l’ira degli albergatori, furiosi per le vicende di queste ore che stanno riguardando il Centro di Cardiochirurgia Pediatrica. Gli operatori economici non hanno gradito, in particolare, che tra le motivazioni della richiesta di spostare il Centro a Palermo ci sia stato anche un riferimento ai costi degli alberghi della località turistica. «Non di secondo piano – ha affermato l’on. Ciaccio – la posizione nel comune di Taormina, che costringerebbe i pazienti e le loro famiglie a dispendiosi soggiorni prolungati in caso di ricovero, considerato il più alto costo dei soggiorni negli alberghi e delle pensioni del rinomato centro turistico».

Le parole dure di Mennella – «L’iniziativa del Movimento Cinque Stelle e nella fattispecie dell’on. Ciaccio – replica il presidente dell’Associazione Albergatori di Taormina, Italo Mennella – è a dir poco sconcertante. E’ una follia quello che viene detto nei confronti della Città di Taormina per ottenere lo spostamento della Cardiochirurgia Pediatrica. Non si comprende come sia possibile che su una questione cosi delicata vengano fatte considerazioni come quelle che abbiamo appreso. Sono state dette delle bugie e risponderemo in modo adeguato. Non si può denigrare il nome di Taormina e le professionalità che operano in questo territorio. Si tratta di affermazioni che non possiamo condividere in alcun modo. Per quanto riguarda il presunto disagio legato ai costi degli alberghi per le famiglie dei pazienti, non corrisponde al vero quanto dichiarato. Noi siamo qui per fare gli interessi di Taormina, non per arricchirci».

Proposte concrete – «Non si può sempre e solo pensare a criticare come ha fatto il Movimento Cinque Stelle – conclude Mennella -: in una vicenda talmente importante servirebbero proposte concrete e ben ponderate. Capisco i giovani e il loro distacco dalla politica, ma il mio augurio è che non vengano condivise queste iniziative: non si può andare allo sbaraglio, tanto più su un settore di vitale importanza come la sanità e la salute delle persone e dei bambini in primis. Come si fa ad immaginare di spostare una struttura che è già costata 11 milioni di euro e dire che portandola a Palermo si risparmierebbe. Il risparmio è impiegare altri milioni per spostare tutto da Taormina a Palermo?».

© Riproduzione Riservata

Commenti