Flash mob contro la violenza di genere – Nella giornata dedicata alla donna le associazioni “L’Altra Metà” di Taormina e “La Città delle Donne” di Giardini Naxos, con le loro presidenti Maria Pia Lucà e Fulvia Toscano e le associate, organizzano “L’Altra Metà…della Piazza…” flash mob itinerante per non dimenticare le tante donne che ancora oggi subiscono violenza. Nonostante i grandi passi che le donne hanno fatto nella storia per equipararsi agli uomini, ancora oggi faticano a sopravvivere in un mondo maschile. Dal femminicidio allo stalking sono tanti, troppi, i casi di violenza sulle donne che quotidianamente leggiamo sui giornali.

Gli appuntamenti – Per sensibilizzare su questa tematica, ormai da tre anni le associazioni “L’Altra Metà e “La Città delle Donne” organizzano un flash mob itinerante. Martedì 8 marzo alle 15.00 un pullman partirà da piazza Falcone Borsellino a Trappitello e si fermerà nelle piazze di Graniti, Giardini Naxos, Castelmola e Taormina. Nei vari appuntamenti interverranno oltre agli amministratori locali anche le associazioni che si sono mostrate sensibili alle tematiche femminili. Si avrà, così, la partecipazione dei ragazzi di “Idee in movimento” in Piazza Roma a Giardini Naxos, della “Fidapa” a Taormina, mentre le ragazze dello “Studio danza Gymnasium” animeranno la giornata dedicata alle donne.

Posto occupato a Taormina – Un bar di piazza IX Aprile a Taormina ha aderito all’iniziativa “Posto occupato” riservando una sedia alle vittime di femminicidio. Un gesto concreto dedicato a tutte quelle donne che non ci sono più, uccise in maniera violenta da chi prometteva di amarle. Ciascuna di quelle donne occupava un posto a teatro, a scuola, sul bus, nella società. E anche Taormina ha voluto ricordarle riservando loro un posto in un bar nella giornata dedicata alle donne. Inoltre l’associazione “L’Altra Metà” distribuirà gadget e adesivi nelle scuole del comprensorio e tra i giovani dei paesi interessati dalla manifestazione. L’iniziativa “Non Solo Mimose” vuole ricordare soprattutto alle giovani generazioni che il rispetto della donna come essere umano è più importante di parole d’amore vuote ed effimere.

© Riproduzione Riservata

Commenti