Le zone di intervento – Via libera definitivo della Regione ad uno stanziamento per opere di ripascimento del litorale. I lavori interesseranno lo specchio d’acqua del lungomare Tysandros, la zona all’altezza del porto di Schisò ed il tratto di Recanati. Si punta, dunque, a mettere in sicurezza il litorale naxiota anche da future mareggiate che già in più circostanze hanno creato seri danni nella località turistica.

I lavori – Dragaggio e ripascimento in vista, dunque, nel contesto di un iter per la cui attuazione la Regione ha accreditato in favore del Comune di Giardini una somma di circa 400 mila euro. L’iter in questione viene seguito, nello specifico, dal vicesindaco Carmelo Giardina, d’intesa col primo cittadino Nello Lo Turco. Un’impresa specializzata per queste opere dovrà cosi procedere ad un piano di intervento dedito a contrastare il fenomeno dell’erosione che nel tempo si è portato progressivamente via interi tratti del litorale di Giardini, sia all’altezza del lungomare e del porticciolo di Schisò sia anche a Recanati.

Tutela e protezione del litorale – La prospettiva è quella di una maggiore sicurezza per il territorio e di più spazi e margini di manovra anche per i lidi e stabilimenti balneari dei vari operatori economici che esercitano l’attività nel territorio della seconda stazione turistica siciliana. Gli interventi inizieranno a breve intanto nella zona di Recanati, tra le foci del torrente Santa Venera e del fiume Alcantara, oltre che nel tratto interno al porticciolo di Schisò e del lungomare Tysandros. Ed è soprattutto nel lungomare che si sono avuti nel corso degli anni i più significativi danni ogni qualvolta si è verificata una mareggiata. «Il progetto – ha detto qualche giorno fa Giardina – prevede la messa in sicurezza di quasi tutto il litorale, ma la ditta che realizzerà i lavori si concentrerà soprattutto nelle aree destinate ai lidi, presenti in modo particolare nella zona centrale del paese e proprio a Recanati». Bisognerà fare in fretta anche perché siamo ormai alle porte di Pasqua e la stagione turistica inizia ad avvicinarsi.

© Riproduzione Riservata

Commenti