Giardini Naxos, Parco archeologico

Le indicazioni – «Agevolazioni per l’ingresso al Museo e l’area archeologica di Naxos, al Teatro Antico di Taormina e ad Isola Bella, e a Francavilla di Sicilia». E’ l’oggetto di una comunicazione data nei giorni scorsi dal Parco Archeologico di Naxos-Taormina. Si tratta di un avviso che ha per destinatari in particolare le scuole, le agenzie e i gruppi. Per l’ingresso gratuito al Teatro Antico di Taormina – Isola Bella – Museo e area archeologica di Giardini Naxos – comunica il Parco alle scuole – è necessario far pervenire a questo Parco l’elenco completo degli studenti più gli accompagnatori, la richiesta dovrà essere formulata solo ed esclusivamente su carta intestata e a firma del capo d’Istituto e spedita al seguente indirizzo mailparco.archeo.naxos@regione.sicilia.it. Poi la comunicazione per le agenzie e i gruppi: «A seguito della circolare del D.G. prot. 11 del 03/07/14 si richiama all’attenzione dei destinatari che l’ingresso nei siti e musei archeologici della Regione Sicilia è per tutti gratuito (ai sensi del D.M.20 aprile 2006, n.239) solo la prima domenica di ogni mese».

Ingresso totalmente gratuito – «Negli altri giorni – continua la direzione del Parco archeologico – l’ingresso sarà gratuito solo ed esclusivamente per i soggetti sotto elencati:

  • Cittadini dell’Unione Europea sotto i 18 anni (i minori di 12 anni devono essere accompagnati); l’Unione Europea (UE) comprende attualmente 27 Paesi: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia,Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria. Vengono equiparati ai cittadini dell’Unione Europea i cittadini Svizzeri e i cittadini degli Stati appartenenti allo Spazio Economico Europeo – SEE (Norvegia, Islanda, Liechtenstein).
  • Guide turistiche dell’Unione europea nell’esercizio della propria attività professionale, mediante esibizione di valida licenza rilasciata dalla competente autorità;
  • interpreti turistici dell’Unione europea quando occorra la loro opera a fianco della guida, mediante esibizione di valida licenza rilasciata dalla competente autorità;
  • al personale appartenente ai ruoli dell’Amministrazione statale e dell’amministrazione regionale dei Beni Culturali;
  • membri dell’I.C.O.M. (International Council of Museums);
  • gruppi o comitive di studenti delle scuole pubbliche e private dell’Unione Europea, accompagnati dai loro insegnanti, e nel contingente stabilito dal capo dell’istituto, previa presentazione di elenco vistato e autorizzato da quest’ufficio;
  • docenti e studenti dei corsi di laurea, laurea specialistica o perfezionamento post-universitario e dottorati di ricerca delle seguenti facoltà: architettura, conservazione dei beni culturali, scienze della formazione o lettere e filosofia con indirizzo archeologico o storico-artistico o a facoltà e corsi corrispondenti istituiti negli Stati membri dell’Unione Europea. L’ingresso gratuito è consentito agli studenti mediante esibizione del certificato di iscrizione per l’anno accademico in corso;
  • docenti e studenti iscritti alle accademie di belle arti o a corrispondenti istituti dell’Unione Europea, mediante esibizione del certificato di iscrizione per l’anno accademico in corso;
  • cittadini dell’Unione europea portatori di handicap e ad un loro familiare o ad altro accompagnatore che dimostri la propria appartenenza a servizi di assistenza socio-sanitaria;
  • operatori delle associazioni di volontariato che svolgano, in base a convenzioni in essere con l’Assessorato Beni Culturali, attività di promozione e diffusione della conoscenza dei beni culturali;
  • militari in visita, previa esibizione di un apposito documento d’identificazione, in esecuzione del protocollo d’intesa tra la Regione Siciliana ed il Comando Regione Militare Sicilia è consentito il libero ingresso;
  • magistrati e forze di polizia giudiziaria relativamente all’esercizio delle proprie funzioni;
  • rappresentanti della stampa per l’esercizio della loro attività professionale»;

«Previa comunicazione – precisa il Parco – l’ingresso gratuito è inoltre consentito:

  • per motivi di studio e ricerca attestati da Istituzioni scolastiche o universitarie, da accademie, da istituti di ricerca e di cultura italiani o stranieri, nonché da organi dell’Assessorato Beni Culturali;
  • per le medesime ragioni il Dirigente Generale può rilasciare a singoli soggetti non riconosciuti nelle categorie sopra citate (ad esempio studiosi, privati ricercatori) tessere di durata annuale di ingresso gratuito;
  • in occasione di particolari eventi di rilievo regionale, in occasione delle visite di Autorità politiche, militari o burocratiche o in altre occasioni eccezionali di particolare rilevanza sociale e culturale».

Ingresso ridotto – Infine, sempre il Parco archeologico ha comunicato che «il biglietto è ridotto del 50% ai cittadini dell’Unione europea di età compresa tra i 18 e i 25 anni e ai docenti delle scuole statali con incarico a tempo indeterminato. Le medesime agevolazioni si applicano ai cittadini di Paesi non comunitari “a condizione di reciprocità” (vedi sopra). Il personale verificherà scrupolosamente il possesso dei requisiti per le modalità di accesso in argomento attraverso attento controllo dei documenti legittimanti esibiti all’ingresso dai visitatori. A Villa Caronia ingresso Grauito e all’Antiquarium di Francavilla di Sicilia – Visita su prenotazione (telefonare al Comune di Francavilla di Sicilia 0942 98801 – ingresso gratuito)».

© Riproduzione Riservata

Commenti