Giuseppe Scarcella, esperto contabile-fiscale di Asm

Tante anomalie – «Relazione dettagliata riguardante le anomalie contabili riscontrate nei rapporti tra l’azienda servizi municipalizzati di Taormina ed il Comune di Taormina dal 1 gennaio 2010 al 31 dicembre 2014». E’ l’oggetto della relazione elaborata dall’esperto contabile-fiscale di Asm, il dott. Giuseppe Maria Scarcella, della cui avvenuta stesura ha dato comunicazione in Consiglio comunale il liquidatore Agostino Pappalardo. Il documento di tre pagine è stato contestualmente già trasmesso proprio ai consiglieri comunali ed è destinato ad alimentare ulteriormente il dibattito sulla municipalizzata.

Quattro mesi di lavoro analitico – «Posso solo dire – spiega il dott. Scarcella – che ho analizzato la situazione sulla base dei numeri e degli atti. Il tutto ha richiesto quattro mesi di intenso lavoro e ritengo doveroso ringraziare chi ha collaborato con me alla stesura di questa relazione: Antonio Sciacca, Marco D’Arrigo, Samuele D’Amore e Maurizio Puglisi per quanto riguarda Asm, Leo Mangano e Saro Curcuruto per tutta la parte inerente il Comune di Taormina. E’ stato svolto un lavoro analitico e complesso. Ritengo non ci sia altro da aggiungere o commentare oltre a quello che ho riportato nella relazione».

L’annuncio di Pappalardo – «Sui rapporti di allineamento dei conti tra Asm e Comune – ha spiegato Pappalardo in sede di Civico consesso – il dott. Giuseppe Maria Scarcella ha fatto una verifica contabile da cui ha redatto una relazione corposa che ho inoltrato su richiesta dello stesso consulente ai consiglieri, al sindaco e agli assessori al Bilancio e alle Partecipate, al segretario generale del Comune, al responsabile servizi finanziari del Comune, al revisore del Comune e al revisore di Asm e al responsabile amministrativo di Asm. In questa relazione che fa molto dettagliatamente il dott. Scarcella, dopo aver enunciato alcune anomalie che lui ha riscontrato nei conti e in altri fatti e adempimenti, e ad esempio risulta che all’Asm sull’accordo transattivo non ci sarebbe una copia sottoscritta ma solo la delibera n.92 del 2010, senza un accordo effettivamente transatto dai legali rappresentanti di Asm e Comune di Taormina, il dott. Scarcella tra le cose conclude preannunciando che avrebbe fatto le dovute rettifiche al fine di stendere il bilancio 2014. Ciò perché – continua il liquidatore – l’incarico al dott. Scarcella nasce per redigere il bilancio 2014 e per fare questo doveva partire da delle certezze e allora doveva fare delle verifiche».

Ecco, di seguito, il testo completo della relazione di Scarcella, allegata alla determina del liquidatore Pappalardo sulla definizione dei rapporti di “dare-avere” tra Asm e Comune di Taormina, per gli anni 2010-2014.

[box style=”1″]


[/box]

© Riproduzione Riservata

Commenti