Valerioti Salvatore
Il delegato del sindaco per la frazione di Mazzeo, Salvatore Valerioti

Un segnale importante – «Il 7 marzo avrà luogo a Mazzeo una seduta programmatica di Giunta comunale. La proposta che avevo fatto nei giorni scorsi è stata accolta dall’Amministrazione. E’ un primo passo che può dare avvio a quella svolta per la frazione che non più essere rinviata». Lo ha reso noto il delegato del sindaco per la frazione di Mazzeo, Salvatore Valerioti. «La Giunta comunale si riunirà nel pomeriggio del 7 marzo a Mazzeo – spiega Valerioti – ed è un fatto significativo, un segnale finalmente di attenzione verso il nostro territorio a fronte dei tanti problemi irrisolti che abbiamo segnalato per molto tempo senza aver avuto nessuna risposta risolutiva in termini di interventi sul territorio. Il sindaco ha accolto subito la mia richiesta di indire una seduta di Giunta programmatica a Mazzeo. Adesso chiederò un impegno forte, immediato e concreto dell’Esecutivo per dare risposte su tutto quello che va fatto. Non è più tempo di promesse».

Le criticità della frazione – Le pessime condizioni igieniche dei pozzetti, la mancata manutenzione della ringhiera del lungomare e l’incuria del verde pubblico sono solo alcuni dei problemi che dovranno essere affrontati per iniziare a ridare decoro alla frazione che dovrebbe essere un gioiello della città di Taormina e che da parecchio tempo è alle prese con una estesa condizione di degrado. La speranza ora è che qualcosa si muova concretamente e che si possa davvero andare oltre le semplici buone intenzioni, per dare decoro e dignità a una frazione mortificata da troppi anni di abbandono e disinteresse della politica taorminese.

L’idea delle secessione – Il malcontento dei residenti ha portato anche all’idea di avviare, presto o tardi, anche una petizione finalizzata a far passare la frazione con il vicino Comune di Letojanni. Per adesso questa prospettiva ancora non decolla ma parecchi abitanti di Mazzeo vedrebbero di buon occhio il passaggio con Letojanni e dovrà essere il Comune di Taormina a dare segnali concreti per riconquistare la fiducia di cittadini sinora (comprensibilmente) delusi e arrabbiati dall’attuale stato di cose. «Non voglio entrare nel merito dei problemi degli altri», ha detto di recente il sindaco di Letojanni, Alessandro Costa, che sarebbe però ben disposto e pronto ad accogliere Mazzeo sotto la giurisdizione del suo Comune. La prossima stagione turistica si avvicina e la speranza è che qualcosa possa cambiare e che in fondo al tunnel Mazzeo possa rivedere la luce.

© Riproduzione Riservata

Commenti