Piazza IX aprile Taormina
Piazza IX aprile Taormina

Stop alle concessioni facili di piazza IX Aprile – E’ la novità che emerge in queste ore nel corso della lunga discussione che prosegue sull’attesa riforma dei suoli pubblici. L’indirizzo di una certa rigidità nelle concessioni della piazza IX Aprile è stato dato dal presidente della Quarta Commissione Consiliare, Alessandra Caltabiano, che ha chiesto di inserire tale integrazione al testo dell’ordinanza che potrebbe presto essere emanata dal sindaco Eligio Giardina per regolamentare in via provvisoria i suoli pubblici nella località turistica. L’indirizzo operativo che si sta percorrendo in Comune è quello emerso già qualche settimane fa finalizzato ad una disposizione “ponte” per cercare di affrontare la stagione turistica ormai alle porte, predisponendo al contempo il nuovo regolamento dei suoli da esitare poi in vista del 2017. Su questa base si sta discutendo il tutto in Commissione consiliare per arrivare ad una bozza condivisa, che in ogni caso verrà discussa in Consiglio comunale prima di dare l’ok al sindaco Eligio Giardina per l’ordinanza.

Le integrazioni – «Nelle scorse ore abbiamo avuto una nuova riunione – spiega il consigliere Caltabiano – e sono stati discussi alcuni punti da inserire nell’ordinanza. Personalmente ho chiesto che vengano fermate le concessioni facili di piazza IX Aprile per eventi che sul piano turistico e dell’immagine non portano nulla alla nostra città. La piazza centrale va concessa soltanto per eventi di rilievo internazionale ed in occasioni che fanno realmente bene all’immagine della città. Stop a tavoli e sedie di plastica, e stop anche a sederi in bella mostra per sfilate di scarsa importanza. Niente più piste di pattinaggio e balli per pochi intimi».

L’estate è alle porte – «In vista della stagione turistica – continua il presidente della Quarta Commissione Consiliare – vogliamo dare la possibilità di lavorare agli operatori economici che sino ad oggi hanno vissuto l’incertezza del non sapere cosa accadrà con i suoli pubblici e che non vogliamo danneggiare in alcun modo. Però alcune situazioni andranno regolamentate sin da subito. Bisogna ripristinare ordine e dignità sulle concessioni. Cartelloni e cartellonistiche varie – continua il consigliere d’opposizione – vanno regolamentate sin da questo momento e dovranno rientrare nello spazio concesso dal Comune, non potranno cioè essere posizionati al di fuori delle aree concesse». In settimana entrante è previsto un nuovo incontro a Palazzo dei Giurati nel corso del quale verranno apportate le ultime modifiche alla bozza dell’ordinanza. A quel punto la questione verrà discussa in Consiglio comunale per una presa d’atto dell’aula. Sotto la lente di ingrandimento del Comune ci sono anche le tante piattaforme in cemento utilizzate dai locali. «A fine stagione, nei mesi in cui le attività chiudono – conclude Alessandra Caltabiano – le piazze devono tornare libere e devono essere restituite ai cittadini».

© Riproduzione Riservata

Commenti