Il consigliere del Pd, Graziella Longo
Il consigliere del Pd, Graziella Longo

Dichiarazioni al vetriolo – Duro attacco del consigliere del Pd, Graziella Longo, al liquidatore di Asm, Agostino Pappalardo e botta e risposta senza esclusione di colpi tra i due nel corso della recente seduta di Consiglio comunale di giovedì scorso. L’esponente dei democratici ha chiesto al commissario della municipalizzata chiarimenti sulla situazione del ticket da riscuotere nel piazzale della “Madonnina”.

La richiesta di dimissioni – «La mia valutazione sull’operato del dott. Pappalardo – ha detto in aula il consigliere Longo – è assolutamente negativa. Ci sono le condizioni affinché venga revocato. E’ meglio che si dimetta. Il sindaco è molto preoccupato e vuole che venga versato il ticket ma dovrebbe preoccuparsi perché il liquidatore non ha riscosso il ticket nell’area della “Madonnina” da quando si è insediato. Il liquidatore dovrebbe rispondere a questa domanda. La mancata riscossione del ticket nel piazzale della Madonnina che comporta un danno erariale. Procederà chi vorrà procedere e il sindaco anche lui dovrà assumersi le sue responsabilità. Mancano nelle casse del Comune centinaia di migliaia di euro e questo è inaccettabile». La Longo ha richiamato nel suo intervento «i principi di lealtà, legalità, trasparenza e buona fede».

La replica del liquidatore – «E’ ormai stucchevole – ha replicato poco dopo Pappalardo – la continua ripetizione delle espressioni “coraggio, lealtà e trasparenza” da parte del consigliere Longo ma non voglio comunque entrare nel merito. Le anomalie rilevate dal dott. Scarcella riguardano il 2010-2014, perciò secondo me ci sarebbe da mettere mano anche al bilancio 2010. Il mio è stato un dovere di ufficio, espletato con la massima lealtà, trasparenza e buona fede». Pappalardo si è, infine, nuovamente rivolto al consigliere Longo affermando: «consigliere mi revochi, faccia la proposta di revocarmi».

© Riproduzione Riservata

Commenti