Protocolli nel rispetto dell’ambiente – La riqualificazione e costruzione di hotel e B&B ad alta efficienza energetica ed elevato comfort indoor al centro di un interessante convegno tenutosi nella giornata di giovedì scorso al Palazzo dei congressi di Taormina (ed il giorno successivo a Ragusa). L’evento – patrocinato e collaborato da Federalberghi Sicilia – è stato realizzato nell’ambito di un ciclo di incontri patrocinato da CasaClima, agenzia pubblica della provincia di Bolzano, ed intitolato “Archi Tour Sicilia”. L’appuntamento ha inteso richiamare e focalizzare l’attenzione dei numerosi addetti ai lavori presenti sulle modalità costruttive e su quelle relative alla riqualificazione secondo i protocolli di sostenibilità ClimaHotel e CasaClima Welcome, dedicati rispettivamente ad hotel e B&B.

Progettisti ed albergatori interlocutori privilegiati – Al Palazzo dei congressi erano così presenti sia i tecnici che materialmente sono chiamati a saper prevedere e applicare le moderne tecniche di ottimizzazione energetica e di moderno comfort nei complessi ricettivi sia gli operatori economici che gestiscono le strutture e puntano a renderli sempre più in linea con gli standard moderni e funzionali del settore. Il convegno hanno visto la presenza del presidente di Federalberghi – Associazione Albergatori di Taormina, Italo Mennella, che ha seguito con attenzione l’intero svolgimento dei lavori, e di Nico Torrisi, presidente di Federalberghi Sicilia ed erano inoltre presenti i massimi esponenti nella provincia di Messina dell’Ordine degli Architetti e dal Collegio dei Geometri (altra importante realtà professionale che ha patrocinato l’evento). In rappresentanza del Comune di Taormina è intervenuto il vicesindaco Mario D’Agostino. Ed è intervenuto Stefano Fattor, presidente dell’agenzia CasaClima.

I temi dell’incontro – Al centro del forum il tema del risparmio energetico e l’impatto ambientale ma anche i molteplici aspetti sia tecnici che ambientali da tenere in considerazione nella realizzazione di una struttura alberghiera sostenibile ed il benessere degli ospiti. Proprio la ricerca del benessere, nella concezione strategica e operativa proposta da CasaClima, punta a garantire la salubrità dell’aria e il comfort luminoso. La conoscenza crea economia e l’alta competitività delle strutture passa anche e soprattutto dal contenimento e la razionalizzazione dei consumi energetici.

Qualità e trasparenza – La certificazione CasaClima – hanno spiegato gli organizzatori della conferenza – è sinonimo di qualità e trasparenza. La valutazione energetica dell’edificio da parte dell’Agenzia CasaClima, in quanto ente di certificazione pubblico ed indipendente, non coinvolto nel processo edilizio, rappresenta una garanzia per i committenti e gli utenti. CasaClima oltre a certificare gli edifici di nuova costruzione e di risanamento, rilascia la certificazione di qualità anche per i prodotti, come la Finestra e la Porta Qualità CasaClima. La novità di questi marchi, anche a livello europeo, è che per la prima volta non si garantisce più solo la qualità energetica della finestra e/o della porta ma anche la loro posa in opera a regola d’arte.Per valorizzare gli standard dell’immobile viene consegnata, in sostanza, oltre al certificato CasaClima, anche la targhetta dell’agenzia. La targhetta CasaClima è diventata nel tempo un simbolo di comfort ed efficienza energetica. Solo chi supera tutte le prove di verifica e garantisce il rispetto dello standard CasaClima riceve questo simbolo di alta qualità. Gli operatori che ricevono il certificato CasaClima con la relativa targhetta, possono vantare la sicurezza che un ente terzo ha eseguito i controlli necessari per classificare l’edificio secondo i criteri di consumo energetico, comfort ed ecologia. Questi controlli comprendono l’esame attento del progetto, verifiche in cantiere ed analisi finale. In questo modo il committente dell’immobile ha la sicurezza che, col termine dei lavori, è stata eseguita una verifica finale che attesta la qualità energetica e di comfort realizzata.

L’efficientamento delle strutture alberghiere – Nel corso del convegno docenti e consulenti di CasaClima hanno spiegato come rendere efficienti le strutture ricettive in termini di risparmio energetico e qualità dell’aria e hanno analizzato anche una serie di case history, esempi di ricettività sostenibile proposti attraverso alcune slide proiettate in sala e poste all’attenzione del pubblico sia per informarlo sia per proporre una riflessione sulla tematica. Altro tema affrontato è quello dei finanziamenti europei, con la consulente Simona Presenti, che ha relazionato su una serie di interventi che si possono attuare negli hotel e B&B attingendo ai fondi europei a gestione diretta e indiretta dedicati alle strutture ricettive. A conclusione della giornata formativa un workshop sul marketing e la comunicazione specializzata per i professionisti del progetto.

© Riproduzione Riservata

Commenti