I locali catanesi – Da un’agenzia all’altra per provare ad affittare le botteghe catanesi di proprietà del Comune di Taormina. Palazzo dei Giurati cambia l’agenzia immobiliare incaricata di far affittare i negozi di Catania di proprietà della casa municipale. Secondo gli uffici comunali, una prima agenzia dell’etneo non ha provveduto a sottoscrivere il relativo disciplinare di incarico. Come si ricorderà si tratta di due botteghe della superficie rispettivamente di 35 metri quadrati (con un canone annuo euro 5 mila 664 euro che corrisponde ad canone mensile euro 472 euro) e 32 metri quadrati (con un canone annuo di 5 mila 184 euro euro, che corrisponde ad canone mensile di 432 euro).

La nuova agenzia – La scelta è ricaduta stavolta su una agenzia immobiliare, con sede in Taormina, ritenuta di fiducia dell’Amministrazione, che interpellata, per le vie brevi, ha accettato l’incarico trasmettendo schema lettera di conferimento incarico regolante i rapporti Comune/Agenzia  e che prevede la corresponsione di una provvigione pari ad una mensilità, oltre Iva, sul canone del primo anno di locazione da corrispondere all’atto della conclusione del contratto. Di recente, dopo vari tentativi e diverse gare andate deserte, il Comune è invece riuscito finalmente ad affittare tre immobili di proprietà dell’ente locale siti rispettivamente due sotto i portici di Palazzo dei Giurati e l’altro in via San Pancrazio.

La questione dell’ex mattatoio – Altri immobili potrebbero finire sul mercato nei prossimi mesi e non soltanto per disponibilità ad affittarli ma anche per eventuali vendite ed è il caso, in particolare, dell’ex mattatoio comunale che da ormai oltre 30 anni si trova in stato di abbandono e degrado totale. Per l’immobile di via dietro Cappuccini c’è stato nei mesi scorsi il placet del Consiglio comunale all’alienazione del bene e potrebbe essere la volta buona per arrivare ad una soluzione che, innanzitutto, ridia dignità ancor prima anche funzionalità ad un complesso invaso da rifiuti di ogni genere ed interessato all’interno anche da alcuni crolli. I residenti, invece, hanno proposto sinora invano la demolizione dell’edificio e la trasformazione dell’area in un un parcheggio per gli abitanti della popolosa zona, che sorge alle spalle della scuola media.

© Riproduzione Riservata

Commenti